[googleb0de03b8602a8fdb.html]

mercoledì 31 ottobre 2012

2012 - 55° Zecchino d'Oro
SPICCIA MASSIMO - Il mio nasino
Canzone vincitrice



 
< Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro SPICCIA MASSIMO, 4 anni, Cerreto di Spoleto (PG), “Il mio nasino” Testo: Sergio Iodice Musica: Piero Braggi Il testo SOLISTA: Il mio nasino, così carino Sta qui nel mezzo del mio piccolo faccino. Lui guarda il mondo che gira attorno E non riposa mai nemmeno quando dormo. CORO: Crede di essere un grande professore SOLISTA: Perché conosce qualunque odore, CORO: Ma ce n'è uno che a lui piace soprattutto: SOLISTA: E' quello del pane con prosciutto. CORO: E gnam e gnam e gnam... che profumo, che bontà! E gnam e gnam e gnam... che profumo, che bontà! SOLISTA: Il mio nasino così piccino, Io lo disegno con un semplice trattino. Lo porto a spasso, lo metto in mostra Ed è contento come fosse sulla giostra. CORO: Non ne parliamo quando arriva il raffreddore SOLISTA: Diventa rosso, rosso come un peperone! CORO: Se me lo soffio senti un suono di trombetta SOLISTA: Con gli starnuti poi diventa un'operetta. CORO: Una musica che fa eccì, eccì, eccià! Una musica che fa eccì, eccì, eccià! SOLISTA: Quando giochiamo a nascondino Tu non lo trovi si fa sempre più piccino, CORO: Con le bugie diventa più del doppio e poi, E poi si allunga come quello di Pinocchio! SOLISTA: Il mio nasino è birichino, Se poi si arriccia sembra quello di un gattino. Non sta a sentire nessun discorso E mamma dice : "Te lo mangio con un morso!" CORO: Ma c'è un segreto e adesso te lo dico: SOLISTA: E' sempre stato il mio migliore amico! CORO: E' piccolino piccolino come un neo SOLISTA: Noi due insieme ti facciamo "marameo"! CORO: E ma...e ma...e ma... SOLISTA: Marameo, maramao! CORO: E ma...e ma...e ma... SOLISTA: Marameo, maramao! CORO: E ma...e ma...e ma... marameo, maramao! E ma...e ma...e ma... marameo... SOLISTA: Maramao!

2012 - 55° Zecchino d'Oro
ZAMA MATILDE - PONTONI GIADA
Le galline intelligenti (ma sgrammaticate!)




Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro PONTONI GIADA, 5 anni, Roma e ZAMA MATILDE, 6 anni, Faenza(RA), cantano “Le galline intelligenti (ma sgrammaticate!)” Testo e Musica: Maria Letizia Amoroso (Mitzì Amoroso) Il testo 1° SOLISTA: Siamo due galline intelligenti e per questo ci fanno i complimenti, 2° SOLISTA: Come noi ce ne sono poche poche, tutte le altre sono oche. 1° SOLISTA: Siamo due galline riservate e di certo non siamo interessate, 2° SOLISTA: Ai bisticci che fanno nel pollaio, troppi galli, ma che guaio! 1° SOLISTA + CORO: Io mi chiamo Cocò, lei si chiama Codè 1° SOLISTA: Nel pollaio di più meglio non ce n'è! 2° SOLISTA+ CORO: Io mi chiamo Codè, lei si chiama Cocò 2° SOLISTA: Siamo meglio che più meglio non si può! CORO: Coccodì coccodò coccodè Nel pollaio di più meglio non ce n'è! Coccodì coccodè coccodò Siamo meglio che più meglio non si può! 1° SOLISTA: Siamo due galline originali, e per questo non siamo mai banali 2° SOLISTA: Chi ci chiama "cervello di gallina" tra gli sciocchi arriva prima! 1° SOLISTA: Siamo del pollaio le più belle chi ci guarda ci scambia per modelle, 2° SOLISTA: Anche il gallo ci fa la serenata quando inizia la giornata. 1° SOLISTA + CORO: Io mi chiamo Cocò lei si chiama Codè 1° SOLISTA: Nel pollaio di più meglio non ce n'è! 2° SOLISTA + CORO: Io mi chiamo Codè lei si chiama Cocò 2° SOLISTA: Siamo meglio che più meglio non si può! 1° e 2° SOLISTA: Siamo due galline un po' stonate ed a scuola di canto siamo andate Per studiare la giusta intonazione di una piccola canzone. CORO: Ora che le note conoscete un bel coro col gallo voi farete E se lui grida chicchiricchicchì...canterete Do-Re-Mi! 1° SOLISTA + CORO: Io mi chiamo Cocò lei si chiama Codè 1° SOLISTA: Nel pollaio di più meglio non ce n'è 2° SOLISTA + CORO: Io mi chiamo Codè lei si chiama Cocò 2° SOLISTA: Siamo meglio che più meglio non si può! CORO: La gallina Cocò, la gallina Codè Nel pollaio di più meglio non ce n'è! La gallina Codè, la gallina Cocò 1° SOLISTA: Siamo meglio 2° SOLISTA: Siamo meglio TUTTI: Siamo meglio che più meglio non si può!

2012 - 55° Zecchino d'Oro
PINNA ARIANNA - Quello che mi aspetto da te



Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro PINNA ARIANNA, 10 anni, Capoterra (CA), canta Quello che mi aspetto da te Testo e Musica: Gian Marco Gualandi Il testo SOLISTA: Sei già sveglio e stai facendo colazione Guardi fuori, mamma mia che tempo fa! Ti aspettavi un po' di sole, invece piove E perciò di uscire non ti va! Tu sorridi, sorridi ed il sole certo brillerà! SOLISTA + CORO: La mattina in classe la maestra dice: SOLISTA: "Il tuo banco da domani è quello là!" CORO: Ma è vicino al banco di un tipetto strano, Un bambino che non ride mai! SOLISTA: Tu sorridi, sorridi, anche lui vedrai sorriderà! CORO: Ricordati che il mondo gira non si fermerà mai E quello che regali un giorno credi tu riavrai Un sorriso sembra niente invece sai cos'è? SOLISTA: Gira sempre non si fermerà mai Mille volte credi tu riavrai Quello che mi aspetto da te SOLISTA: La domenica merenda con le amiche, Aranciata e cioccolato a volontà! Alla fine della festa la maglietta, Tutta macchie, mamma che dirà! Tu sorridi, sorridi e vedrai che si rimedierà. CORO: Ricordati che il mondo gira non si fermerà mai E quello che regali un giorno credi tu riavrai Un sorriso sembra niente invece sai cos'è? SOLISTA: Gira sempre non si fermerà mai Mille volte credi tu riavrai Quello che mi aspetto da te CORO: Un sorriso per chi non ride mai Oh oh oh E per quelli che sono nei guai. Oh oh oh Un sorriso per chi vive con te SOLISTA: Ed un sorriso per me, CORO: Per te, TUTTI: Per noi! CORO: Ricordati che il mondo gira non si fermerà mai E quello che regali un giorno credi tu riavrai Un sorriso sembra niente invece sai cos'è? SOLISTA: Gira sempre non si fermerà mai Mille volte credi tu riavrai SOLISTA: Quello che mi aspetto, CORO: Quello che mi aspetto, TUTTI: Quello che mi aspetto da te.

2012 - 55° Zecchino d'Oro
LEONARDI ANDREA - La banda sbanda






Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro LEONARDI ANDREA, 9 anni, Acireale (CT), canta “La banda sbanda” Testo: Carmine Spera Musica: Giuseppe De Rosa Il testo INTRO: A tutte le volanti! A tutte le volanti! Qui volante uno, servono rinforzi! C'è una macchina con quattro tipi sospetti, non la perdiamo d'occhio! CORO: Di notte non si dorme, non c'è tranquillità Per colpa di una banda che spaventa la città, Son quattro manigoldi, combinano dei guai Un capo li comanda ma non è capito mai. SOLISTA: Il capobanda voleva un gran bottino, Ma la banda gli ha portato una botte con il vino: 1° SOLISTA CORO: Ecco il bottino! SOLISTA: Il capobanda voleva un piccolo rubino, La banda gli ha smontato l'intero lavandino: 2° SOLISTA CORO: Ecco il rubinetto! CORO: In gamba la banda che sempre domanda Al suo capobanda che cosa comanda, E' stramba la banda che niente domanda Al suo capobanda e poi sbanda così! SOLISTA: Il capobanda sbuffa: "eh no! Così non va! Voi siete quattro matti, chi vi ha mandati qua? Volevo grossi bulli!" CORO: La banda corre giù E dalla ferramenta dei bulloni porta su! SOLISTA: Il capo dice di premere il grilletto E la banda nel giardino cerca un grillo piccoletto: 3° SOLISTA CORO: Il grilletto! SOLISTA: Il capobanda già sogna la rapina E la banda porta in banca una rapa piccolina, 4° SOLISTA CORO: Fermi tutti! Questa è una rapina! CORO: In gamba la banda che sempre domanda Al suo capobanda che cosa comanda, E' stramba la banda che niente domanda Al suo capobanda e poi sbanda così! SOLISTA: Il capobanda è finito in prigione Ora in cella sta pensando all'evasione, Alla banda lui ha chiesto di portare di nascosto Tra i pigiami e le mutande una lima grande grande! CORO: Una lima grande? 5° SOLISTA CORO: Un limone! CORO: In gamba la banda che sempre domanda Al suo capobanda che cosa comanda, SOLISTA + CORO: E' stramba la banda che niente domanda Al suo capobanda e poi sbanda così! E poi sbanda così!

2012 - 55° Zecchino d'Oro
Lanfranchi Maranathà e Samuele Ostan
La ballata del principe azzurro
(Il mondo delle fiabe)




Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro LANFRANCHI MARANATHA’, 6 anni, Dazio (SO) e OSTAN SAMUELE, 4 anni, San Giovanni in Persiceto (BO), cantano “Il mondo delle fiabe (la ballata del principe azzurro)”. Testo: Alessandro Cavazza Musica: Claudio Napolitano / Michele Napolitano Il testo 1° SOLISTA: Il mondo delle fiabe è pieno di cattivi Ma quando c'è un problema si sa, 2° SOLISTA: Si sa! 1° SOLISTA: Che sul cavallo bianco e con l'azzurro manto Il principe dei sogni verrà! 2° SOLISTA: Sono qua! 1°SOLISTA + CORO: Da rospo dello stagno ti hanno trasformato 1° SOLISTA: Ed ora che bellissimo sei 2° SOLISTA: Bellissimo! 1°SOLISTA: Gentile ma severo e con lo sguardo fiero Pretendi che ti diamo del "lei"... 2°SOLISTA: Del "Lei!" CORO: Sei biondo, laccato e mai spettinato Il giusto fidanzato, da tutte coccolato Sei alto, sei snello, ma quanto sei bello! In giro nel tuo mondo ciondolando te ne vai. 1° SOLISTA: Combatti grossi draghi, briganti orchi e maghi Ma per fortuna che ci sei tu 2° SOLISTA: Io! 1° SOLISTA: Con tutta l'armatura, non provi mai paura Nessun difetto solo virtù! 2° SOLISTA: Virtù! 1° SOLISTA + CORO: Un cuore generoso, con tutti premuroso 1° SOLISTA: Che grande condottiero tu sei 2° SOLISTA: Grande! 1°SOLISTA: Qualunque sia la storia è sempre tua la gloria E' giusto che ti diamo del "Lei" 2° SOLISTA: Del "Lei!" CORO: Sei biondo, laccato e mai spettinato Il giusto fidanzato, da tutte coccolato Sei alto, sei snello, ma quanto sei bello! In giro nel tuo mondo ciondolando te ne vai. 1° SOLISTA: Con tante principesse e tutte da salvare Il tempo per la scuola non c'è! 2° SOLISTA: Non c'è! 1° SOLISTA: Ti piace l'avventura ma poco la cultura, La sai la tabellina del tre? 2° SOLISTA: No, cos'è? 1° SOLISTA + CORO: Lo specchio nella tasca, i sali nella vasca 1° SOLISTA: Un po' di gel per essere OK! 2° SOLISTA: OK! 1°SOLISTA: Di soldi spesi tanti in feste balli e canti, Mi sa che non ti diamo del "Lei"! 2° SOLISTA: Ah no? CORO: Sei biondo, laccato e mai spettinato Il giusto fidanzato, da tutte coccolato Sei alto, sei snello, ma quanto sei bello! In giro nel tuo mondo ciondolando te ne vai. 1° SOLISTA: Se tu vuoi diventare il principe ideale ascolta quel che fare dovrai: 2° SOLISTA: Cosa? CORO: La stanza da ordinare, 1° SOLISTA: L'inglese da imparare, Poi devi risparmiare, I verbi coniugare Mangiare le verdure, I denti da lavare, A tavola composto, Andare a letto presto, 2° SOLISTA: Signorina!? 1° SOLISTA: Si!? Non voglio più fare il principe, voglio tornare rospo! CORO: E con la tua ranocchia e tanti bei girini che principe felice sarai!

2012 - 55° Zecchino d'Oro
GIBILISCO CARLA - La tarantella della mozzarella




Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro GIBILISCO CARLA, 8 anni, Ragusa, canta “La tarantella della mozzarella” Testo e Musica: Gianfranco Grottoli / Gianfranco Fasano / Andrea Vaschetti IL testo SOLISTA: Pallida come lei al mondo non ce n'è Sta quasi sempre a mollo, ma solo fino al collo! Tipica casereccia quando si fa la treccia, Ecco diventa più bella di quella caciotta che piace a papà! CORO: Guarda come passa e va da un piatto all'altro in passerella Anche tonda sai che fa filando sfila da modella. SOLISTA: In carrozza se ne sta SOLISTA + CORO: E' più famosa di una stella Con un pomodoro a Capri lei si sposerà SOLISTA: Bella col vestito bianco. SOLISTA + CORO: Tarantella della mozzarella CORO: Salta mani sui fianchi, quando ti stanchi caschi per terra. SOLISTA + CORO: Tarantella della mozzarella CORO: Salta con la taranta anche se pizzica male non fa. SOLISTA: Ma quand'è l'ora poi come facciamo noi Lei preferisce la pizza, è un'italiana di razza A volte pure meglio con un goccino d'olio Altro che la ricottina con l'insalatina che mangia mammà! CORO: Guarda come passa e va, da un piatto all'altro in passerella Anche tonda sai che fa filando sfila da modella. SOLISTA: In carrozza se ne sta SOLISTA + CORO: E' più famosa di una stella SOLISTA: Con la sua celebrità. SOLISTA + CORO: Fa veramente gola a tutto il mondo! CORO: Guarda come passa e va, da un piatto all'altro in passerella Anche tonda sai che fa filando sfila da modella. SOLISTA: In carrozza se ne sta SOLISTA + CORO: E' più famosa di una stella Con un pomodoro a Capri lei si sposerà SOLISTA: Bella col vestito bianco SOLISTA + CORO: Tarantella della mozzarella CORO: Salta mani sui fianchi quando ti stanchi caschi per terra SOLISTA + CORO: Tarantella della mozzarella, salta con la taranta SOLISTA: Anche se pizzica male non fa. CORO: Tarantella della mozzarella, mozzarella della tarantella della mozzarella ué! Con un pomodoro a Capri lei si sposerà. SOLISTA: Se fosse di bufala? CORO: Salta con la taranta TUTTI: Anche se pizzica male non fa!

2012 - 55° Zecchino d'Oro
DUOCCIO LORENZO - Il blues del manichino




Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro DUOCCIO LORENZO, 7 anni, Valle S. Nicolao (BI), canta “Il blues del manichino” Testo: Leonardo Veronesi Musica: Giuseppe Di Marco IL testo SOLISTA: Sono un bimbo manichino, in un grande magazzino, Mi hanno messo un abitino con il prezzo di listino, Uno strano cappellino ed un fiore nel taschino CORO: Ma col blues del manichino. SOLISTA: Sono un bimbo manichino CORO: Yummi eh yummi oh In vetrina dal mattino, Yummi eh yummi oh Nella strada c'è un bambino Yummi eh yummi oh Che mi fa un bel sorrisino, Yummi eh yummi oh Con la punta del piedino batte il tempo sul gradino Per il blues del manichino! CORO: Vorrei diventare un giorno anch'io come quel bambino, SOLISTA: Giocare a palla con gli amici CORO: Con gli amici Oppure a nascondino! CORO: Vorrei calpestare un giorno anch'io l'erba del giardino, SOLISTA: Tra le farfalle con la bici CORO: Con la bici E col mio cagnolino! SOLISTA: Sono un bimbo manichino, CORO: Yummi eh yummi oh Sempre qui nel magazzino, Yummi eh yummi oh Ecco torna quel bambino, Yummi eh yummi oh Mi fa segno col ditino Yummi eh yummi oh Ride, poi fa l'occhiolino, vuol sentire da vicino Questo blues del manichino! CORO: Vorrei diventare un giorno anch'io come quel bambino, SOLISTA: Giocare a palla con gli amici CORO: Con gli amici Oppure a nascondino! CORO: Vorrei calpestare un giorno anch'io l'erba del giardino, SOLISTA: Tra le farfalle con la bici CORO: Con la bici E col mio cagnolino! CORO: Ma nel grande magazzino si è perduto quel bambino, Gli han venduto l'abitino uguale a te! SOLISTA: Con un buffo mocassino lui non batte più il piedino, Sembra quasi un manichino come me! CORO: Vorrei diventare un giorno anch'io come quel bambino, SOLISTA: Che giocava con gli amici CORO: Con gli amici Sull'erba del giardino! CORO: Che correva con la bici SOLISTA: Con la bici E col suo cagnolino! SOLISTA: Ma nel cuore puoi trovare quel bambino TUTTI: Con il blues del manichino!

2012 - 55° Zecchino d'Oro
BLASIOL FRANCESCA - Lo gnomo Deodato




Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro BLASIOL FRANCESCA, 10 anni, Rovereto (TN), canta “Lo gnomo Deodato” Testo e Musica: Augusto Bella Il testo CORO: C'era una volta e ormai non c'è più Narra la fiaba di un tempo che fu Come sia andata e come finì Questo racconto comincia così SOLISTA: Racconta la storia che un tempo passato Lo gnomo Deodato di stare nel bosco si stancò Stizzoso, borioso e un po' presuntuoso Un giorno d'estate a viver da solo se ne andò CORO: Si fece la sua casettina Sul picco di una collina Viveva lontano dal mondo da solo lassù. SOLISTA: Gli amici animali del bosco Li aveva lasciati laggiù Dall'alto del colle guardava Felice e contento pensava: "Che voglio di più?" CORO: C'era una volta e ormai non c'è più Narra la fiaba di un tempo che fu SOLISTA: Ma quando fu inverno la neve fioccò E il piccolo gnomo bloccato sul colle si trovò Non c'era più legna né un pezzo di pane A pianger la fame al freddo da solo lui restò CORO: Allora gli amici del bosco Che aveva lasciato laggiù SOLISTA: Non persero neanche un minuto Per dare allo gnomo un aiuto CORO: Chi aveva le ali volava Su quella casetta lassù SOLISTA: Il cibo e la legna portava E un caro saluto gli dava SOLISTA + CORO: Commosso lo gnomo Deodato Pian piano nel cuore cambiò SOLISTA: E quando si sciolse la neve Nel bosco che aveva lasciato di nuovo tornò SOLISTA + CORO: E insieme agli amici animali SOLISTA: Per sempre restò CORO: C'era una volta e ormai non c'è più Narra la fiaba di un tempo che fu TUTTI: Ma in ogni fiaba o racconto che sia C'è la realtà dentro la fantasia.

2012 - 55° Zecchino d'Oro
BARELLI NYK GIOVANNI - Il Lupo Teodoro




Lo Zecchino d'Oro dal 1959 Le canzoni vincitrici dal 1959

2012 - 55° Zecchino d'Oro

BARELLI NYK GIOVANNI, 6 anni, Firenze, canta “Il Lupo Teodoro” Testo: Carmine Spera / Ilenia Navarra Musica: Carmine Spera Il testo SOLISTA: No! No! No! Io dico no! Sono stufo da un bel po'! Mi dispiace un'altra fiaba io davvero non farò! Non mi va! Non mi va! Sai che non ho più l'età E la parte del cattivo questo lupo non la fa! SOLISTA + CORO: Nonne, bimbi e caprettini SOLISTA: Non li mangerò mai più SOLISTA + CORO: E stavolta i porcellini SOLISTA: Li rincorri un poco tu! CORO: Teodoro su t'imploro, non arrabbiarti! Dai! Che noia questa fiaba se adesso te ne vai. Dai! Lupo Teodoro ripensaci perché Nessuno il tuo lavoro sa fare come te! SOLISTA: Ma perché? Ma perché? Sempre nelle fiabe c'è Un audace cacciatore, ma lui spara solo a me! Non c'è mai se lo vuoi SOLISTA + CORO: Un bel posto tra gli eroi SOLISTA: Chi lo dice poi che un lupo non sia buono come voi? E toglietemi lo sfizio SOLISTA + CORO: Sento spesso dire che: SOLISTA: Perdo il pelo e non il vizio, chi l'ha detto e poi perché? CORO: Teodoro su t'imploro, non arrabbiarti! Dai! Che noia questa fiaba se adesso te ne vai. Dai! Lupo Teodoro ripensaci perché Nessuno il tuo lavoro sa fare come te! SOLISTA: Vorrei vivere una favola con regine fanti e Re, Dove sono un cavaliere e la fata bacia me! CORO: Ma ci vogliono nelle favole i cattivi e i buoni sai, Altrimenti quel che è giusto non potrai capire mai! SOLISTA: Scusate la scenata, la favola farò Ma se vedrò la fata un bacio chiederò! CORO: Teodoro buon lavoro, non arrabbiarti se Noi auguriamo in coro: "In bocca al lupo" a te! SOLISTA: Ma allora ce l'avete con me?

domenica 28 ottobre 2012

Anni 60 - Jimmy Fontana - La Mia Serenata














Il testo

io io che riesco anche a volare
se soltanto penso a te
io io che posso anche cantare senzavoce
se soltanto sogno te
non so perche'
quando tu sei lontana
passo il tempo a parlar con te
ma se tu sei qui
io non parlo mai
eppure tu
meravigliose 
poesie
sai ascoltar da me
anche se tu sai
che quando son con te
non parlo mai la la la...
orchestra
eppure tu
meravigliose poesie
sai ascoltar da me
anche se tu sai
che quando son con te
non parlo mai
la la la...
la la la...

   accordi  

D6 Em7 D6 Bm7

   D
io io che riesco anche a volare

DM7      D          G6
se soltanto penso a te

Em7   G6 A9     Em
io       io che posso

           F#m   Em6  F#m
anche cantare senza voce

      Em          F#m
se soltanto sogno te

D         D6                 Bm7
non so perche' quando tu sei lontana

D           F#m             G6
passo il tempo a parlar con te

Em7 A  A7    D
    ma se tu sei qui

   G6        A7  D G6   D6
io non parlo mai eppure tu

          Bm7       D   F#m      G6
meravigliose poesie sai ascoltar da me

Em7   Gm    D
anche se tu sai

A                  A9     A     D      DM7
che quando son con te non parlo mai la la la...


D DM7 Em7 Em Em7 G9 Em7 A9 Em A Em A Em D


  Em7  D6           Bm7
eppure tu meravigliose poesie

D   F#m      G6    Em7   Gm    D
sai ascoltar da me anche se tu sai

A                     A9        A D
che quando son con te non parlo   mai

      DM7   D  DM7
la la la... la la la...


Em7 Em6 Em7 G9 D DM7 D DM7 Em7 Em6 Em7 G9 D

sabato 27 ottobre 2012

Sanremo 2013 - Festival della canzone italiana









l’elenco completo dei 14 Big, insieme ai titoli dei due brani:


Almamegretta: ‘Mamma non lo sa’   ‘Onda che vai’

Annalisa Scarrone: ‘Non so ballare’   ‘Scintille’

Chiara Galiazzo: ‘L’esperienza dell’amore’  ‘Il futuro che sarà’ 

Daniele Silvestri: ‘A bocca chiusa’  ‘Il bisogno di te’ 

Elio e le Storie Tese: ‘Dannati forever’‘La canzone mononota’

Malika Ayane: ‘Niente’‘E se poi’ 

Marco Mengoni: ‘Bellissimo’‘L’Essenziale’

Maria Nazionale: ‘Quando non parlo’‘E’ colpa mia’ 

Marta sui Tubi: ‘Dispari‘Vorrei’

Max Gazzè: ‘Sotto casa’‘I tuoi maledettissimi impegni’

Modà: ‘Come l’acqua dentro il mare’‘Se si potesse non morire’

Raphael Gualazzi: ‘Sai (ci basta un sogno)’ ‘Senza ritegno’ 

Simona Molinari con Peter Cincotti:‘Dr. Jekyll and Mr.Hide’ ‘La felicità’

Simone Cristicchi: ‘Mi manchi’‘La prima volta che sono morto’ 



I GIOVANI: 

Andrea Nardinocchi - Storia impossibile

Antonio Maggio - Mi servirebbe sapere

Blastema - Dietro l’intima ragione

Ilaria Porceddu - In equilibrio

Il Cile - Le parole non servono più

Irene Ghiotto - Baciami?

Paolo Simoni - Le parole

Renzo Rubino - Il postino (amami uomo)



Luciana Littizzetto con Fabio Fazio a Sanremo 2013: annunciato a Che tempo che... fa



Fazio:
"Vuoi tu Luciana Littizzetto condurre con Fabio Fazio il prossimo Festival di Sanremo"?
  
Litizzetto:
“Se non rompi troppo i maroni si’ [...] Prometto di amarti e rispettarti per cinque giorni della mia vita”.
 





Due brani inediti a testa e niente eliminazioni in corsa per i 'big' all'edizione 2013 del Festival di Sanremo, in programma dal 12 al 16 febbraio. Quattordici cantanti nelle prime due serate proporranno le loro canzoni. Saranno affiancati in gara da otto giovani, due dei quali selezionati da Area Sanremo, che per la prima volta dovranno avere un'età compresa tra i 18 e i 33 anni e aver già pubblicato almeno due brani singoli.

giovedì 25 ottobre 2012

asaf avidan & the mojos - one day / reckoning song



Il testo

One day baby, we'll be old 
Oh baby, we'll be old 
And think of all the stories that we could have told (x2) 

No more tears, my heart is dry 
I don't laugh and I don't cry 
I don't think about you all the time 
But when I do - I wonder why (x4) 

One day baby, we'll be old 
Oh baby, we'll be old 
And think of all the stories that we could have told (x15) 

   accordi  

Am
No more tears, my heart is dry

C
I don't laugh and I don't cry

G
I don't think about you all the time

F
But when I do – I wonder why



Am
You have to go out of my door

C
And leave just like you did before

G
I know I said that I was sure

F
But rich men can't imagine poor.



Am                     C
One day baby, we'll be old
                  G
Oh baby, we'll be old
                             F
And think of all the stories that we could have told



Am
Little me and little you

C
Kept doing all the things they do

G
They never really think it through

F
Like I can never think you're true



Am
Here I go again – the blame

C
The guilt, the pain, the hurt, the shame

G
The founding fathers of our plane

F
That's stuck in heavy clouds of rain.



Am                     C
One day baby, we'll be old
                  G 
Oh baby, we'll be old
                             F
And think of all the stories that we could have told...

Anni 60 - I corvi - Un ragazzo di strada

Un ragazzo di strada - karaoke














Il testo

io sono quel che sono 
non faccio la vita che fai 
io vivo ai margini della citta' 
non vivo come te
io sono un poco di buono 
lasciami in pace perche 
sono un ragazzo di strada
 e tu ti prendi gioco di me
tu sei di un altro mondo 
hai tutto quello che vuoi 
conosco quel che vale una ragazza come te
io sono un poco di buono 
lasciami in pace perche' 
sono un ragazzo di strada 
e tu ti prendi gioco di me 

   accordi  

[Cm]Io sono quel che sono,
non [Eb]faccio la vita che [G]fai.
Io [Cm]vivo ai margini [Eb]della citta',
[G]non vivo come te.
 [G7]         Io sono un poco di [Cm]buono,
lasciami in pace perche'  [Eb]
 [Eb]           sono un ragazzo di strada
e tu ti prendi gioco di [G]me.

Tu sei di un altro mondo,
hai tutto quello che vuoi.
Conosco quel che vale
una ragazza come te.
Io sono un poco di buono,
lasciami in pace perche'
sono un ragazzo di strada
e tu ti prendi gioco di me.

S[Cm]trum[Eb]en[G]tale: [Cm][Eb][G]

Tu sei di un altro mondo,
ha tutto quello che vuoi.
Conosco quel che vale
una ragazza come te.
Io sono un poco di buono,
lasciami in pace perche'
sono un ragazzo di strada
e tu ti prendi gioco di me.

Anni 60
I Camaleonti - Applausi

Applausi - midi karaoke




Il testo

Applausi di gente intorno a me 
Applausi, tu sola non ci sei 
Ma dove sei? Chissa` dove sei tu... 

(canta ancora, canta ancora...) perche` cantare? 
(canta, canta ancora...) cantare, ma perche`, 
Se l'amore non c'e`? 

Applausi, oceano di mani, 
Ma le tue mani non le vedro` mai piu` 
Ho un vuoto in gola, la voce mia sei tu... 

(canta ancora, canta ancora...) perche` cantare? 
(canta, canta ancora...) cantare, ma perche`, 
Se l'amore non c'e`? 

L'uomo non e`, 
Non e` un robot senz'anima. 
Io per te 
Son stato come un disco che si ascolta e poi si getta via... 

Applausi di gente intorno a me 
Applausi, tu sola non ci sei 
Ma dove sei? Chissa` dove sei tu... 

(canta ancora, canta ancora...) perche` cantare? 
(canta, canta ancora...) cantare, ma perche`, 
Se l'amore non c'e`? 

   accordi  

MI    MI-7    LA     LA- 
MI-    SI- 
    MI-                       SI- 
APPLAUSI DI GENTE INTORNO A ME

    MI-                     SI- 
APPLAUSI TU SOLA NON CI SEI

   MI-                       SI- 
MA DOVE SEI ,CHISSA' DOVE SEI TU

   MI-                      RE 
CANTA ANCORA ,CANTA ANCORA

             MI-            RE 
PERCHE' CANTARE, CANTA ANCORA

    MI-   RE        MI-7     LA     LA- 
CANTARE MA PERCHE' SE L'AMORE NON C'E'

MI     MI-7     LA       LA-     MI-      SI 
   MI-                    SI- 
APPLAUSI ,OCEANO DI MANI

   MI-                       SI- 
-
MA LE TUE MANI NON LE VEDRO' MAI PIU'

   MI-                       SI- 
HO UN NODO IN GOLA LA VOCE MIA SEI TU

   MI-                    RE 
CANTA ANCORA CANTA ANCORA

             MI-             RE 
PERCHE' CANTARE CANTA ANCORA

    MI-   RE        MI-7     LA     LA- 
CANTARE MA PERCHE' SE L'AMORE NON C'E''

       DO     SI        MI-               RE 
L'UOMO NON E' ,NON E' UN ROBOT SENZ'ANIMA

SOL       SI                   MI-      SI 
IO PER TE SONO STATO COME UN DISCO CHE SI ASCOLTA POI SI GETTA VIA

    MI-                    SI- 
APPLAUSI DI GENTE INTORNO A ME

   MI-                    SI- 
APPLAUSI TU SOLA NON CI SEI

   MI-                    SI- 
MA DOVE SEI ,CHISSA' DOVE SEI TU

-
CANTA ANCORA.......................................

MI        MI-7            LA             LA- 

mercoledì 24 ottobre 2012

Zucchero – ”Cuba Libre”



Zucchero - midi karaoke
Il testo

Eri la mia vita 
La mia religione sempre 
Eri un sole 
Che mi stava in fronte 

Eri il ritmo delle mie notti 
Hasta l'hasta siempre 
Domani vado via 
Da San Francisco night 

A San Francisco night 
Io non ci torno piu' 
Che mi dispiace lo sai 
Ma non ci credo piu' 
I nostri sogni nel vento 
Non li ricordo piu' 
Ho desideri 
Molto piu' seri 
Di quelli che sai tu 

Mi piace la lasagna 
E poi mi piaci tu 
Un po' di marijuana 
Sotto il cielo blu 

A San Francisco night 
Ho visto il diavolo 
Perche' d'amore ti vesti 
Che amore non c'e' piu' 
Se siamo fatti di stelle 
E' meglio un cielo blu 
Ho desideri 
Cieli al gin tonic 
Di quelli che vuoi tu 

Mi piace la lasagna 
E poi mi piaci tu 
Un po' di marijuana 
Sotto il cielo blu 

Mi piace la notte all'Havana 
E poi mi piaci tu 
Ma sogno un cuba libre mio amor 
Sotto il cielo blu..... 
Il cielo blu 

Ahy que bailar la salsa 
Ti cura il dolor 
Vai che la salsa 
Ti cura l'amor 

Mi piace la bologna 
E poi mi piaci tu 
Un po' di marijuana 
Sotto il cielo blu 

Mi piace la notte all'Havana 
E poi mi piaci tu 
Ma sogno un cuba libre mio amor 
Un altro cuba libre mio amor 
Che cerco un po' d'amore mio amor 
Sotto il cielo blu….. 

Hasta l'asta siempre……… 

domenica 21 ottobre 2012

Emma Marrone - Un attimo

Un attimo - karaoke




Il testo

E ti diverti a recitare la parte
la parte che ho scritto io sul mio copione,
non fai mai niente per evitarmi,
un'illusione che presenta rischi e inganni,
discreto complice di questo amore
al quanto silenzioso fuori dal normale,
mi accorgo adesso di averti dato
il potere di dirigermi a tuo piacimento,
i tuoi occhi guardano i miei che ti guardano
come se fosse per la prima volta.
Un attimo sei, un attimo mai mi dici che mi vuoi,
ma so che per un attimo soltanto mi amerai.
E mi diverto ad osservare le tue espressioni di imbarazzo e di dolore,
tutto le volte in cui provo a toccare il tuo apparente equilibrio interiore,
i tuoi occhi guardano i miei
che ti guardano come se fosse per la prima volta.
Un attimo sei, un attimo mai mi dici che mi vuoi,
ma so che per un attimo soltanto mi amerai.
sei un attimo e ciò che hai
allora un attimo da me riceverai.
Ero soltanto una pedina posizionata bene sulla tua scacchiera.
dietro la schiena mia le tue dita
mi sfiorano con impalpabile freddezza.
Un attimo sei, un attimo mai, sei un attimo e ciò che hai
allora un attimo da me riceverai.
E ti diverti a recitare la parte
che ho scritto io sul mio copione.




   accordi  

Mim                   Sol
E ti diverti a recitare
                  Do                    
la parte che ho scritto io sul mio copione
Mim                         Sol
non fai mai niente per evitarmi
              Do
un’illusione che presenta rischi e inganni
Mim                             Sol
discreto complice di questo amore
                 Do
al quanto silenzioso fuori dal normale
Mim                            Sol
mi accorgo adesso di averti dato
               Do
il potere di dirigermi a tuo piacimento


La-           Re           La-         Re
i tuoi occhi guardano i miei che ti guardano
        La-            Re       Mim
come se fosse per la prima volta


   Sol           Do            La-            
un attimo sei un attimo mai mi dici che mi vuoi
   Re                     Re7
ma so che per un attimo soltanto mi amerai


Mim                  Sol                      
e mi diverto ad osservare le tue espressioni 
  Do
di imbarazzo e di dolore
Mim                                 Sol
tutto le volte in cui provo a toccare 
                 Do
il tuo apparente equilibrio interiore


La-            Re
i tuoi occhi guardano i miei
La-             Re      La-           Re         Mim
che ti guardano come se fosse per la prima volta


Sol             Do             La-            
un attimo sei un attimo mai mi dici che mi vuoi
  Re                                      
ma so che per un attimo soltanto mi amerai
Sol            Do           
un attimo sei un attimo mai 
    La-                   
se un attimo e ciò che hai
    Re                  Re7
allora solo un attimo da me riceverai


Mi-                   Sol           Do
ero soltanto una pedina posizionata bene sulla tua scacchiera
Mi-                            Sol
dietro la schiena mia le tue dita
                Do
mi sfiorano con impalpabile freddezza

STRUMENTALE: Sol Do La- Re Re7

Sol             Do               La-                    
un attimo sei un attimo mai sei un attimo e ciò che hai
   Re                            
allora un attimo da me riceverai


Mi-               Sol  
e ti diverti a recitare la parte
        Do                         
che ho scritto io sul mio copione.

Ti Lascio una Canzone 2012
Roberta Totaro e Alfio Bonaccorsi - Se







Il testo

Ti lascio una canzone 2012
Caterina Zampieri - La musica è finita




Il testo

Ecco...
la musica è finita,
gli amici se ne vanno,
che inutile serata, amore mio,
ho aspettato tanto per vederti
ma non è servito a niente.
Niente,
nemmeno una parola
l'accenno di un saluto
ti dico arrivederci, amore mio
nascondendo la malinconia
sotto l'ombra di un sorriso.
Cosa non darei
per stringerti a me,
cosa non farei
perché questo amore
diventi per te
più forte che mai.
Ecco...
la musica è finita,
gli amici se ne vanno
e tu mi lasci sola
più di prima.
Un minuto è lungo da morire
se non è vissuto insieme a te.
Non buttiamo via così
la speranza di una vita d'amore.

   accordi  

(intro) SOL# RE SOLm DOm MIb RE SOL

SOL                       SOL7+
Ecco...... la musica e' finita,
                 SOL7
gli amici se ne vanno.
              MIm         LAm  RE
Che inutile serata, amore mio.
        SOL        MIm
Ho aspettato tanto per vederti
LAm          RE
ma non è servito a niente.
SOL                   SOL7+
Niente, nemmeno una parola
                  SOL7
l'accenno di un saluto.
               MIm         LAm  RE
Ti dico arrivederci, amore mio
      SOL        MIm
nascondendo la malinconia
LAm              RE
sotto l'ombra di un sorriso.
SOLm        SOLm7  DO                RE7
Cosa non darei      per stringerti a me,
SOLm        SOLm7  DO                RE7
cosa non farei      perche' questo amore
            SOLm  DOm            REsus4  RE
diventi per te    piu' forte che mai.
SOL                    SOL7+
Ecco....la musica e' finita,
                 SOL7
gli amici se ne vanno
              MIm          LAm   RE
e tu mi lasci solo piu' di prima.
     SOL          MIm
Un minuto è lungo da morire
REm           MI            LAm  RE
se non e' vissuto insieme a te......
SOL           MIm
Non buttiamo via cosi'
LAm                 RE      SOL  MIb7
la speranza di una vita d'amore....   

(aumenta di un semitono)

SOL# SOL#7+ SOL#7 FAm LA#m MIb

     SOL#         FAm
Un minuto è lungo da morire
MIbm          FA            LA#m  MIb
se non e' vissuto insieme a te.......
SOL#          FAm
Non buttiamo via cosi'
LA#m                MIb     SOL#
la speranza di una vita d'amore.

SOL# SOL#7+ DO# MIb7 SOL#

Ti lascio una canzone 2012
Marika Tomarchio - Quando l'amore diventa poesia




Il testo

io canto il mio amore per te
questa notte diventa poesia
la mia voce sara'
una lacrima di nostalgia

non ti chiedero' mai
perche' da me sei andata via
per me e' giusto

tutto quello che fai
io ti amo
e gridarlo vorrei

ma la voce dell'anima
canta piano lo sai
io ti amo

e gridarlo vorrei
ma stasera non posso
nemmeno parlare

perche' piangerei


io canto la tristezza che e' in me

questa notte sara' melodia
piango ancora per te
anche se ormai e' una follia

non ti chiedo perche'
adesso tu non sei piu' mia
per me e' giusto

tutto quello che fai
io ti amo
e gridarlo vorrei

ma la voce dell'anima
canta piano lo sai
io ti amo

e gridarlo vorrei
ma stasera non posso
nemmeno parlare

perche' piangerei
io ti amo io ti amo

   accordi  

F Cm F

      Cm
IO CANTO IL MIO AMORE PER TE

                          Fm
QUESTA NOTTE DIVENTA POESIA
                A#
LA MIA VOCE SARA'
      A#7              D#
UNA LACRIMA DI NOSTALGIA

G                   Cm
NON TI CHIEDERO' MAI
                         Fm
PERCHE' DA ME SEI ANDATA VIA
             G
PER ME E' GIUSTO

                    Cm
TUTTO QUELLO CHE FAI
      Fm
IO TI AMO
                 Cm
E GRIDARLO VORREI

                 G7
MA LA VOCE DELL'ANIMA
                 Cm
CANTA PIANO LO SAI
C     Fm
IO TI AMO

                 Cm
E GRIDARLO VORREI
                  Fm
MA STASERA NON POSSO
             Cm9
NEMMENO PARLARE

                 Cm
PERCHE' PIANGEREI

Fm G Cm

IO CANTO LA TRISTEZZA CHE E' IN ME

                         Fm
QUESTA NOTTE SARA' MELODIA
                    A#7
PIANGO ANCORA PER TE
                           D#
ANCHE SE ORMAI E' UNA FOLLIA

G                   Cm
NON TI CHIEDO PERCHE'
                     Fm
ADESSO TU NON SEI PIU' MIA
             G
PER ME E' GIUSTO

                    Cm
TUTTO QUELLO CHE FAI
      Fm
IO TI AMO
                 Cm
E GRIDARLO VORREI

                 G7
MA LA VOCE DELL'ANIMA
                 Cm
CANTA PIANO LO SAI
C     Fm
IO TI AMO

                 Cm
E GRIDARLO VORREI
                  Fm
MA STASERA NON POSSO
             G
NEMMENO PARLARE

                 Cm
PERCHE' PIANGEREI
      Fm  Cm    Fm
IO TI AMO IO TI AMO


Cm Fm G Cm

Michele Perniola - Billie Jean



IL testo

1st Verse] 
She Was More Like A Beauty Queen From A Movie Scene 
I Said Don't Mind, But What Do You Mean I Am The One 
Who Will Dance On The Floor In The Round 
She Said I Am The One Who Will Dance On The Floor In The Round 

[2nd Verse] 
She Told Me Her Name Was Billie Jean, As She Caused A Scene 
Then Every Head Turned With Eyes That Dreamed Of Being The One 
Who Will Dance On The Floor In The Round 

[Bridge] 
People Always Told Me Be Careful Of What You Do 
And Don't Go Around Breaking Young Girls' Hearts 
And Mother Always Told Me Be Careful Of Who You Love 
And Be Careful Of What You Do 'Cause The Lie Becomes The Truth 

[Chorus] 
Billie Jean Is Not My Lover 
She's Just A Girl Who Claims That I Am The One 
But The Kid Is Not My Son 
She Says I Am The One, But The Kid Is Not My Son 

[3rd Verse] 
For Forty Days And Forty Nights 
The Law Was On Her Side 
But Who Can Stand When She's In Demand 
Her Schemes And Plans 
'Cause We Danced On The Floor In The Round 
So Take My Strong Advice, Just Remember To Always Think Twice 
(Do Think Twice) 

[4th Verse] 
She Told My Baby We'd Danced 'Till Three 
Then She Looked At Me 
Then Showed A Photo My Baby Cried 
His Eyes Looked Like Mine 
Go On Dance On The Floor In The Round, Baby 

[Bridge] 
People Always Told Me Be Careful Of What You Do 
And Don't Go Around Breaking Young Girls' Hearts 
She Came And Stood Right By Me 
Then The Smell Of Sweet Perfume 
This Happened Much Too Soon 
She Called Me To Her Room 

[Chorus] 
Billie Jean Is Not My Lover 
She's Just A Girl Who Claims That I Am The One 
But The Kid Is Not My Son 
Billie Jean Is Not My Lover 
She's Just A Girl Who Claims That I Am The One 
But The Kid Is Not My Son 
She Says I Am The One, But The Kid Is Not My Son 
She Says I Am The One, But The Kid Is Not My Son 
Billie Jean Is Not My Lover 
She's Just A Girl Who Claims That I Am The One 
But The Kid Is Not My Son 
She Says I Am The One, But The Kid Is Not My Son 
She Says I Am The One, She Says He Is My Son 
She Says I Am The One 
Billie Jean Is Not My Lover 
Billie Jean Is Not My Lover 
Billie Jean Is Not My Lover 
Billie Jean Is Not My Lover 
Billie Jean Is Not My Lover 
Billie Jean Is Not My Lover 




   accordi   

Intro: F#m

F#m
  She was more like a beauty queen from a movie scene
                                                     Bm
  I said don`t mind but what do you mean,I am the one
                                        F#m
  Who will dance on the floor in the round
                     Bm
  She said I am the one
                                          F#m
  Who will dance on the floor in the round?  

  She told me her name was Billie Jean as she caused a scene.

  Then ev`ry head turned with eyes that dreamed
                 Bm
  Of being the one,
                                        F#m
  Who will dance on the floor in the round

  D                           F#m
  People always told me, be careful what you do.
  D                                             F#m
  And don`t go around breaking young girls' hearts
     D                          F#m
  And mother always told me, be careful who you love,
          D                              C#(7)
  And be careful what you do, `cause the lie becomes the truth, hey

F#m
  Billie Jean is not my lover,
                                               Bm
  She's just a girl who claims that I am the one
                          F#m
  But the kid is not my son
                      Bm
  She says I am the one,
                         F#m
  But the kid is not my son               

For forty days and forty nights, law was on her side
But who can stand when she`s in demand,
Her scemes and plans
`Cause we danced on the floor in the round.
So take my strong advice: Just remember to always think twice

She told my baby we danced till three, and she looked at me,
Then showed a photo. My baby cried.
His eyes were like mine.
Can we dance on the floor in the round?

People always told me, be careful what you do.
And don`t go around breaking young girls' hearts.
But you came and stood right by me, just a smell of sweet perfume.
This happened much too soon. She called me to her room, hey

Ti lascio una canzone 2012 - Il nuovo album


tracklist

 1. Billie Jean - Michele Perniola 

 2. La notte - Matteo Martignoni 

 3. Quando l'amore diventa poesia - Marika Tomarchio 

 4. Barbera e champagne - Antonino Liotta, Eugenio Mannarino, Dennis Midolo 

 5. I have nothing - Gaia Lipani

 6. Avevo un cuore (che ti amava tanto) - Gabriele Acquavia 

 7. La musica e' finita - Caterina Zampieri 

 8. Dimmi come - Simona Arnone, Virginia Della Torre, Giorgia La Commare, Flavia Lanni, Alexia Pazzolla 

 9. Sally - Clara Palmeri 

10. Io per lui (to give) - Giovanna Ferrara

11. Il rock di capitano uncino - Carlo Fontani 

12. Se (dal film "cinema paradiso") - Alfio Bonaccorsi, Roberta Todaro 

13. Nessun Dolore - Beatrice Pezzini 

14. Sigla di ti lascio una canzone medley - ti lascio una canzone suite - Something Stupid - Noi, ragazzi di Oggi - Buonasera buonasera

Ti lascio una canzone 2012
Matteo Marignoni - La notte





Il testo


Non basta un raggio di sole in un cielo blu come il mare 
perché mi porto un dolore che sale, che sale... 
Si ferma sulle ginocchia che tremano, e so perchè... 

E non arresta la corsa, lui non si vuole fermare, 
perché è un dolore che sale, che sale e fa male... 
Ora è allo stomaco, fegato, vomito, fingo ma c'è 

E quando arriva la notte 
e resto sola con me 
La testa parte e va in giro 
in cerca dei suoi perchè 
Né vincitori né vinti 
si esce sconfitti a metà 
La vita può allontanarci, 
l'amore continuerà... 

Lo stomaco ha resistito anche se non vuol mangiare 
Ma c'è il dolore che sale, che sale e fa male... 
Arriva al cuore lo vuole picchiare più forte di me 

Prosegue nella sua corsa, si prende quello che resta 
Ed in un attimo esplode e mi scoppia la testa 
Vorrebbe una risposta ma in fondo risposta non c'è 

E sale e scende dagli occhi 
il sole adesso dov'è? 
Mentre il dolore sul foglio è 
seduto qui accanto a me 

Che le parole nell'aria 
sono parole a metà 
Ma queste sono già scritte 
e il tempo non passerà 

Ma quando arriva la notte, la notte 
e resto sola con me 
La testa parte e va in giro 
in cerca dei suoi perchè 
Né vincitori né vinti 
si esce sconfitti a metà 
La vita può allontanarci, 
l'amore poi continuerà... 

Ma quando arriva la notte, la notte 
e resto sola con me 
La testa parte e va in giro 
in cerca dei suoi perchè 
Né vincitori né vinti 
si esce sconfitti a metà 
L'amore può allontanarci, 
la vita poi continuerà 
Continuerà 
Continuerà 

sabato 20 ottobre 2012

Zucchero - Guantanamera (Guajira)






Zucchero - midi karaoke






Il testo

sono un ragazzo sincero
da dove cresce le palme
sono un ragazzo sincero
da dove cresce le palme
E prima di morir io chiedo
un verso puro dall' alma.

Guantanamera
Guajira Guantanamera
Guantanamera
Guajira Guantanamera

In giugno come in gennaio
coltivo una rosa bianca
In giugno come in gennaio
coltivo una rosa bianca
Perchè l'amico sincero
mi dà la sua mano franca.

Guantanamera
Guajira Guantanamera
Guantanamera
Guajira Guantanamera

Un verso è di un verde chiaro 
uno di un cremisi acceso.
Un verso è di un verde chiaro 
uno di un cremisi acceso.
E' come un cervo ferito,
che cerca pace nell'alba.

Guantanamera
Guajira Guantanamera
Guantanamera
Guajira Guantanamera

Per te che mi strappi il cuore
e la mia vita è ferita.
Per te che mi strappi il cuore
e la mia vita è ferita.
Coltivo una rosa bianca  
e non il cardo e l'ortica.

Guantanamera
Guajira Guantanamera
Guantanamera
Guajira Guantanamera

Guantanamera
Guajira Guantanamera
Guantanamera
Guajira Guantanamera

   accordi  

Sol Do Re Do (X2)

      Sol          Do   Re Do 
sono un ragazzo sincero
      Sol          Do   Re Do 
da dove cresce le palme
     Sol          Do   Re Do 
sono un ragazzo sincero
     Sol          Do   Re Do 
da dove cresce le palme
     Sol          Do   Re Do 
E prima di morir io chiedo
     Sol          Do   Re Do 
un verso puro dall' alma.

     Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
      Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera
      Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
      Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera

     Sol          Do   Re Do 
In giugno come in gennaio
     Sol          Do   Re Do 
coltivo una rosa bianca
     Sol          Do   Re Do 
In giugno come in gennaio
     Sol          Do   Re Do 
coltivo una rosa bianca
     Sol          Do   Re Do 
Perchè l'amico sincero
     Sol          Do   Re Do 
mi dà la sua mano franca.

    Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
    Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera
    Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
    Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera

    Sol          Do   Re Do 
Un verso è di un verde chiaro 
    Sol          Do   Re Do 
uno di un cremisi acceso.
    Sol          Do   Re Do 
Un verso è di un verde chiaro 
    Sol          Do   Re Do 
uno di un cremisi acceso.
    Sol          Do   Re Do 
E' come un cervo ferito,
    Sol          Do   Re Do 
che cerca pace nell'alba.

   Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera

   Sol          Do   Re Do 
Per te che mi strappi il cuore
   Sol          Do   Re Do 
e la mia vita è ferita.
   Sol          Do   Re Do 
Per te che mi strappi il cuore
   Sol          Do   Re Do 
e la mia vita è ferita.
   Sol          Do   Re Do 
Coltivo una rosa bianca  
   Sol          Do   Re Do 
e non il cardo e l'ortica.

    Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera

   Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guantanamera
   Sol          Do   Re Do 
Guajira Guantanamera
...


Zucchero - La Sesión Cubana



Zucchero - midi karaoke Tracklist 1. Guantanamera (Guajira) (cover della canzone popolare cubana) 2. Love is all around 3. Sabor a ti 4. Never is a Moment (cover della canzone di Jimmy Lafave) 5. Nena (feat. Bebe) 6. Pana (feat. Bebe) 7. Ave Maria No Morro (feat. Djavan) 8. Baila (riarrangiata) 9. Un Kilo (riarrangiata) 10. Così Celeste (riarrangiata) 11. Cuba Libre (riarrangiata) 12. Indaco dagli occhi del cielo (riarrangiata) 13. L’Urlo (riarrangiata)

Malika Ayane
The Morns Are Meeker Than They Were









Il testo

The morns are meeker than they were 
The nuts are getting brown 
The berry's cheek is plumper 
The Rose is out of town. 

The Maple wears a gayer scarf 
The field a scarlet gown 
Lest I should be old fashioned 
I'll put a trinket on. 

   traduzione  

I mattini sono più miti di com'erano - 
Le noci stanno diventando marroni - 
La guancia della bacca è più paffuta - 
La Rosa è fuori città. 

L'Acero indossa una sciarpa più gaia - 
Il campo una veste scarlatta - 
Per non essere fuori moda 
Mi metterò un ciondolo.

Malika Ayane - Ricreazione

tracklist

1. Grovigli (testo e musiche di Malika Ayane)
 
2. Tre Cose (Testo di Alessandro Raina – Musica di Alessandro Raina e Malika Ayane)
 
3. Il Tempo non Inganna (Testo di Malika Ayane e Gino–Pacifico–De Crescenzo – Musica di Malika Ayane e Carmine Tundo)
 
4. Glamour (testo e musica di Paolo Conte)
 
5. Medusa (Testo di Davide -The Niro- Combusti e Maurizio Mariani – Musica di Davide-The Niro-Combusti)
 
6. The Morns Are Meeker Than They Were (testo di Emily Dickinson Musica di Sergio Endrigo)

7. Mars (Testo e musiche di Malika Ayane, Phil Mer e Chris Costa)
 
8. Shine (Testo di Malika Ayane – Musica di Boosta)
 
9. Neve Caso Mai (Un Amore Straordinario) (Testo di Malika Ayane e Gino–Pacifico-De Crescenzo – Musica di Danijel Vuletic)

10. Something Is Changing Far From The Thrills – Director’s cut (Testo di Malika Ayane – Musica di Paolo Buonvino)

11. Guess What??? (Testo e musica di Malika Ayane e Vito-Junior Jack-Lucente)

12. Occasionale (Testo e musica di Tricarico)

Niccolò Fabi - Una Buona Idea




Il testo

Sono un orfano di acqua e di cielo 
Un frutto che da terra guarda il ramo 
Orfano di origine e di storia 
E di una chiara traiettoria 
Sono orfano di valide occasioni 
Del palpitare di un'idea con grandi ali 
Di cibo sano e sane discussioni 
Delle storie, degli anziani, cordoni ombelicali 
Orfano di tempo e silenzio 
Dell'illusione e della sua disillusione 
Di uno slancio che ci porti verso l'alto 
Di una cometa da seguire, un maestro d'ascoltare 
Di ogni mia giornata che è passata 
Vissuta, buttata e mai restituita 
Orfan della morte, e quindi della vita 

Mi basterebbe essere padre di una buona idea 
Mi basterebbe essere padre di una buona idea 
Mi basterebbe essere padre di una buona idea 
Mi basterebbe essere padre di una buona idea 

Sono orfano di pomeriggi al sole, delle mattine senza giustificazione 
Dell'era di lavagne e di vinile, di lenzuola sui balconi 
Di voci nel cortile 
Orfano di partecipazione e di una legge che assomiglia all'uguaglianza 
Di una democrazia che non sia un paravento 
Di onore e dignità, misura e sobrietà 
E di una terra che è soltanto calpestata 
Comprata, sfruttata, usata e poi svilita 
Orfan di una casa, di un'Italia che è sparita 

Mi basterebbe essere padre di una buona idea 
Mi basterebbe essere padre di una buona idea 
Mi basterebbe essere padre di una buona idea 
Mi basterebbe essere padre di una buona idea 

Una buona idea 
Una buona idea 
Una buona idea

Niccolò Fabi - Ecco

tracklist

 01. Una buona idea
 02. Io
 03. I Cerchi Di Gesso
 04. Indipendente
 05. Elementare
 06. Le Cose Che Non Abbiamo Detto
 07. Sedici Modi Di Dire Verde
 08. Lontano Da Me
 09. Verosimile
 10. Indie
 11. Ecco

Il nuovo album di Eros Ramazzotti
Noi








TRACKLIST
 
 1. Noi
 2. Un Angelo Disteso Al Sole 
 3. Questa Nostra Stagione
 4. Io Sono Te
 5. Fino All’Estasi
 6. Abbracciami
 7. Balla Solo La Tua Musica
 8. Infinitamente
 9. Polaroid
10. Sotto Lo Stesso Cielo
11. Una Tempesta Di Stelle
12. Testa O Cuore
13. Così
14. Solamente Uno

Pooh - Opera seconda
Sara nel sole






Il testo


Sara da sei mesi va in città 
la mattina presto prende il treno 
e fra i libri il diario e il finestrino 
nasce il sole forte del mattino. 
E si affanna la gente nei bar 
mentre il cielo è sereno 
Sara ha in corpo la rabbia e l'età 
per amare Milano. 
Sara ha quindici anni e dietro lei 
scorre un vecchio film in bianco e nero 
né provincia né periferia 
tutto un mondo da buttare via. 
E la scuola non vale di più 
meglio starsene in giro 
la stazione ha i suoi treni dal sud 
Sara è un frutto maturo. 
Sara respira 
dall'asfalto al cielo è primavera 
e nessuno se n'è accorto ancora 
Sara nel sole 
col sorriso scalda le parole 
di un ragazzo pallido e gentile. 
Il ragazzo graffia la città 
da una radio libera del centro 
per un suo linguaggio un po' speciale 
già due volte gli hanno fatto male. 
La stazione è la casa di chi 
non ha niente da fare 
e un amore comincia così 
non parlando d'amore. 
Sara respira 
dai cortili ai tetti è primavera 
quest'incontro è un sogno e un'avventura. 
Sara s'è accesa 
e un coraggio strano l'ha sorpresa 
la sua pelle ha voglia di qualcosa.




   accordi  

La                        Sol
Sara da sei mesi va in città
Re                            La
la mattina presto prende il treno
                                     Sol
e fra i libri il diario e il finestrino
Re                            La
nasce il sole forte del mattino.
La                            Sol/La
E si affanna la gente nei bar
                        La
mentre il cielo è sereno
                                 Sol/La
Sara ha in corpo la rabbia e l'età
                          La   Sol Re La
per amare Milano.
La                              Sol
Sara ha quindici anni e dietro lei
Re                                    La
scorre un vecchio film in bianco e nero
                      Sol
né provincia né periferia
Re                        La
tutto un mondo da buttare via.
La                        Sol/La
E la scuola non vale di più
                           La
meglio starsene in giro
                                 Sol/La
la stazione ha i suoi treni dal sud
                            La
Sara è un frutto maturo.
Re         Mim
Sara respira
Fa#m                             Sol
dall'asfalto al cielo è primavera
Fa#m                          Sol/La
e nessuno se n'è accorto ancora
Re           Mim
Sara nel sole
Fa#m                     Sol
col sorriso scalda le parole
Fa#m                          Sol
di un ragazzo pallido e gentile.

STRUM : La Sol/La Re/La

La                       Sol
Il ragazzo graffia la città
Re                            La
da una radio libera del centro
                                      Sol
per un suo linguaggio un po' speciale
Re                              La
già due volte gli hanno fatto male.
La                         Sol/La
La stazione è la casa di chi
                    La
non ha niente da fare
                    Sol/La
e un amore comincia così
                  La
non parlando d'amore.
Re         Mim
Sara respira
Fa#m                         Sol
dai cortili ai tetti è primavera
Fa#m                                 Sol La
quest'incontro è un sogno e un'avventura.
Re                Mim
Sara s'è accesa
Fa#m                                Sol
e un coraggio strano l'ha sorpresa
Fa#m                               Sol
la sua pelle ha voglia di qualcosa.

STRUM : Re MIm7 Fa#m7 La