domenica 3 agosto 2014

SERGIO BRUNI - 'O MARENARIELLO









 Sergio Bruni  - midi karaoke 

Il testo

Oje né', fa' priesto viene!
nun mme fá spantecá...
ca pure 'a rezza vène
ch'a mare stó' a mená...
Méh, stienne sti bbraccelle,
ajutame a tirá...
ca stu marenariello
te vò' sempe abbracciá.

Vicin'ô mare,
facimmo 'ammore,
a core a core,
pe' nce spassá...

Só' marenaro
e tiro 'a rezza:
ma, pallerezza,
stóngo a murí...

Vide ca sbatte ll'onna
comm'a stu core ccá;
de lacreme te 'nfonne
ca 'o faje annammurá...

Viene, 'nterr'a 'sta rena
nce avimma recrijá;
che scenne la serena...
io po' stóngo a cantá.

Vicin'ô mare,
facimmo 'ammore,
a core a core,
pe' nce spassá...

Só' marenaro
e tiro 'a rezza:
ma, pallerezza,
stóngo a murí...

Oje né', io tiro 'a rezza
e tu statte a guardá...
li pisce, pa prijezza,
comme stanno a zumpá!...

E vide, pure 'e stelle
tu faje annammurá...
ca stu marenariello,
tu faje suspirá...

Vicin'ô mare,
Vicin'ô mare,
facimmo 'ammore,
a core a core,
pe' nce spassá...

Só' marenaro
e tiro 'a rezza:
ma, pallerezza,
stóngo a murí...


O MARENARIELLO


accordi


SOLm                 RE7

Oie né, fa prieste viene

             SOLm

nun me fa spantecà

               RE7

ca pure 'a rezza vene

               SOLm

ch'a mmare sto a menà.

SOL

Meh, stienne sti braccelle,

MI7          LAm

aiutame a tirà

             SOL

ca stu marenariello

RE7                SOL

te vò semp'abbraccià.

                               RE7

RIT:   Vicino 'o mare facimmo ammore,

                            SOL

       a core a core pe nce spassà

                                    LAm

       So marenare e tiro 'a rezza;

                SOL        RE7    SOL

       ma p'allerezza stong'a murì.

SOLm               

Vide che sbatte l'onne

             RE7

comme stu core ccà;

            SOLm

de lacreme te nfonne

                RE7

ca 'o faie annammurà.

   SOL

Viene 'nterr'a st'arena

MI7             LAm

nci'avimma recrià

               SOL

che scenne la serena

             RE7

i'po'stong'a cantà



RIT.



Oie né, i'tir'a rezza

e tu statt'a guardà

li pisce p'é priezza

comme stann'a zumpà.

Evide, pur'e stelle

tu faie annammurà,

ca stu marenariello

tu faie suspirà



RIT.


Valerio Scanu - Lasciami Entrare









Il testo

Brucia questa notte in cui mi lascio andare
 sento il tuo sapore sulle labbra sai
 freme questo corpo che non può aspettare
 scoppia la mia voglia che ti prende ormai
 e sai, lo sai io non perdo mai
 stanotte non serve mentire
 siamo più bravi a giocare
 adesso fa la tua mossa
 e lasciami entrare
 a volte non basta l’amore
 siamo più bravi a tradire
 adesso non hai più scuse, lasciami entrare
 senza quel piacere che non può placare
 apri la mia porta e non ti pentirai
 cedi all’ossessione che non sai domare
 scegli questa carta e non ti sbaglierai
 e sai, lo sai io non perdo mai
 stanotte non serve mentire
 siamo più bravi a giocare
 adesso fa la tua mossa
 e lasciami entrare
 a volte non basta l’amore
 siamo più bravi a tradire
 adesso non hai più scuse, lasciami entrare
 io non resterò questa notte senza te
 per te è solo un gioco
 ma in me si è acceso il fuoco
 e sai, lo sai io non perdo mai
 mai
 baby, non serve mentire
 baby, dai lasciami entrare
 baby, non serve mentire
 baby, dai lasciami entrare
 stanotte non serve mentire
 siamo più bravi a giocare
 adesso fa la tua mossa
 e lasciami entrare
 a volte non basta l’amore
 siamo più bravi a tradire
 adesso non hai più scuse, lasciami entrare
 adesso non hai più scuse, lasciami entrare