[googleb0de03b8602a8fdb.html]

domenica 7 maggio 2017

Francesco Gabbani - Spogliarmi














Il testo

Questa virilità
nasconde ermafroditi
come stelle cadenti
sono meteoriti

Debitori alla luna
per stabilità
nessuno lo sa
siamo acqua nel corpo
molto più di metà

Spiritualisti così spiritosi
che generalizzano sui generosi
un corvo nero riposa sul muro
non ha più voglia di calci il canguro

Tutto quello che devo fare ora che ho tutto
quel che devo fare per salvarmi è
spogliarmi
io tutto quel che devo fare ora
che ho tutto
quel che devo fare per salvarmi
è spogliarmi

E' passato un altro anno
soffocato dall'inganno
di esser conscio che i miei giorni
sian passati e invece vanno

Vanno verso l'infinito
che non posso immaginare
fino a quando non capisco
che infinito è respirare

Il pellegrino alla sua vigilia
ama il pensiero della sua conchiglia
mentre la marcia lo lega alla tappa
beve un bicchiere di latte la vacca

Tutto quello che devo fare ora che ho tutto
quel che devo fare per salvarmi è
spogliarmi
io tutto quel che devo fare ora
che ho tutto
quel che devo fare per salvarmi
è spogliarmi

Spogliarmi
Spogliarmi

Io l'ho capito tardi che non è troppo tardi
per non assecondare un'altra novità
non essere più ingordo di giovani germogli
è quello a cui rinuncio che resterà

E spogliarmi

Io tutto quello che devo fare ora che ho tutto
quel che devo fare per salvarmi è spogliarmi

Spogliarmi
spogliarmi

 accordi per chitarra 

Mim
questa virilità
Sim          
nasconde ermafroditi
Re
come stelle cadenti
La
sono meteoriti
Mim
debitori alla luna
Sim 
per stabilità nessuno lo sa
Re
siamo acqua nel corpo
La
molto più di metà

Mim
spiritualisti così spiritosi
Re
che generalizzano sui generosi
Sim
un corvo nero riposa sul muro
La
non ha più voglia di calci il canguro

Sol
tutto quel che devo fare ora che ho tutto
La                         Fa#m sol
quel che devo fare per salvarmi è
Re       La
spogliarmi
Sol
io tutto quel che devo fare ora che ho tutto
La                         Fa#m Sol
quel che devo fare per salvarmi è 
Re      La
spogliarmi

Mim
è passato un altro anno
Sim
soffocato dall'inganno
Re
di esser conscio che i miei giorni
La
sian passati e invece vanno
Mim
vanno verso l’infinito
Sim
che non posso immaginare
Re
fino a quando non capisco
La
che infinito è respirare
Mim
il pellegrino alla sua vigilia
Sim
ama il pensiero della sua conchiglia
Re
mentre la marcia lo lega alla tappa
La
beve un bicchiere di latte la vacca

Sol
tutto quel che devo fare ora che ho tutto
La                         Fa#m sol
quel che devo fare per salvarmi è
Re       La
spogliarmi
Sol
io tutto quel che devo fare ora che ho tutto
La                         Fa#m Sol
quel che devo fare per salvarmi è 
Re      La
spogliarmi
La      Re 
spogliarmi
La       Re 
spogliarmi

Sol
io l’ho capito tardi che non è troppo tardi
La
per non assecondare un’altra novità
Fa#m         Sol
non essere più ingordo di giovani germogli
Re                                 Sol  
è quello a cui rinuncio che resterà
La Fa#m Sol Re        La
            e spogliarmi

Sol
io tutto quel che devo fare ora che ho tutto
La                         Fa#m Sol
quel che devo fare per salvarmi è 
Re      La
spogliarmi
La      Re 
spogliarmi
La       Re (La)
spogliarmi

Nessun commento:

Posta un commento