[googleb0de03b8602a8fdb.html]

domenica 22 novembre 2015

Canti liturgici - testi e accordi (lettera M)



Canti liturgici: Testi e Accordi

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z

Canti con la lettera M

 

 

 

MADRE IO VORREI 1

MAGNIFICAT. 2

MARANATHÀ.. 2

MARANATHÀ.. 4

MARIA TU CHE HAI ATTESO.. 4

MENTRE IL SILENZIO.. 4

MIA FORZA E MIO CANTO.. 5

MISERERE MEI, DOMINE. 6

 

 

 

 

 

MADRE IO VORREI

(P. A. Sequeri)

 

REm

Io vorrei tanto

7

parlare con te

SOLm7

di quel Figlio

 

che amavi.

DO

Io vorrei tanto

 

ascoltare da te

FA LA7

quello che pensavi,

REm

quando hai udito

7

che tu non saresti

SOLm7

più stata tua

DO

e questo Figlio

 

che non aspettavi

FA LA7

non era per te.

 

REm SOLm7 DO FA LA7

Ave Maria Ave Maria

REm SOLm7 DO FA LA7

Ave Maria Ave Maria.

 

Io vorrei tanto

sapere da te

se quand’era

bambino

tu gli hai spiegato

che cosa sarebbe

successo di Lui

e quante volte

anche tu di nascosto

piangevi Madre,

quando sentivi

che presto l’avrebbero

ucciso, per noi.

 

Ave Maria (4 volte)

 

Io ti ringrazio

per questo silenzio

che resta

tra noi

io benedico

il coraggio di vivere

sola con Lui,

ora capisco che

fin dai quei giorni

pensavi a noi

per ogni figlio

dell’uomo che muore

ti prego così...

 

REm SOLm7 DO FA LA7

Ave Maria Ave Maria

REm SOLm7 DO FA LA7

Ave Maria Ave Maria

REm

Ave Maria.

 

MAGNIFICAT

 

DO FA7+ DO FA7+ DO FA7+ DO FA7+

Rit. L’anima mia magnifica il Signore,

REm SOL DO FA7+ DO

l’anima mia magnifica il Signore,

LAm MIm

perché ha fatto gran cose

FA REm SOL 7

e santo, santo è il Suo nome.

 

RE DO

Perché ha rivolto lo sguardo

RE DO

all’umiltà della sua serva

RE DO RE

ed ecco che fin d’ora tutte le genti

DO RE SOL 7

mi chiameranno beata. Rit.

 

Depose i potenti dai troni

ed innalzò gli umili

saziò gli affamati

e rimandò i ricchi a mani vuote. Rit.

 

MARANATHÀ

 

FA LAm REm LAm SIb FA

Rit. Maranathà, vieni Signor, verso te Gesù

DO7 FA

le mani noi leviam.

FA LAm REm LAm SIb FA

Maranathà, vieni Signor, prendici con te

DO7 FA

e salvaci Signor.

 

FA DO

Guardo verso le montagne,

FA

guardo verso le montagne

DO

donde mi verrà il soccorso,

FA

donde mi verrà il soccorso

SOLm

il soccorso vien da Dio,

FA

il soccorso vien da Dio

SOLm

che ha creato il mondo intero,

FA

che ha creato il mondo intero. Rit.

 

Sorgi con il tuo amore (2 v.)

la tua luce splenderà (2 v.)

ogni ombra svanirà (2 v.)

la tua gloria apparirà (2 v.) Rit.

 

Santo è nostro Signore (2 v.)

il peccato egli portò (2 v.)

dalla morte ci salvò (2 v.)

e la vita a noi donò (2 v.) Rit.

 

Mio Signor son peccatore (2 v.)

a te apro il mio cuore (2 v.)

fa di me quello che vuoi (2 v.)

e per sempre in te vivrò (2 v.) Rit.

 

La parola giungerà (2 v.)

sino ad ogni estremità (2 v.)

testimoni noi sarem (2 v.)

della tua verità (2 v.) Rit.

 

Tu sei la mia libertà (2 v.)

solo in te potrò sperar (2 v.)

ho fiducia in te Signor (2 v.)

la mia vita cambierai. (2 v.) Rit.

 

Mi consegno a te Signor (2 v.)

vieni dentro il mio cuor (2 v.)

ti ricevo o Salvator (2 v.)

tu sei il mio liberator. (2 v.) Rit.

 

Ringraziamo te Signor (2 v.)

a te Padre Creator (2 v.)

allo Spirito d’Amor (2 v.)

vieni presto o Signor. (2 v.) Rit.

 

MARANATHÀ

(M. Frisina)

 

FA DO REm SIb

Rit. Maranathà, maranathà

FA SIb DO FA

vieni, vieni Signore Gesù.

 

SOLm DO FA REm

Il mondo attende la luce del tuo volto,

SOLm FA DO

le sue strade con solo oscurità,

REm SIb FA

rischiara i cuori di chi ti cerca,

SIb REm SOLm DO

di chi è in cammino incontro a te. Rit.

 

Vieni per l’uomo che cerca la sua strada,

per chi soffre, per chi non ama più,

per chi non spera, per chi è perduto

e trova il buio attorno a sé. Rit.

 

Tu ti sei fatto compagno nel cammino,

ci conduci nel buio insieme a te,

tu pellegrino sei per amore,

mentre cammini accanto a noi. Rit.

 

MARIA TU CHE HAI ATTESO

(D. Semprini)

 

RE/FA#m/SIm SOL MIm

Maria, Tu che hai atteso nel silenzio

LA RE 7

la Sua parola per noi.

 

MIm LAm RE FA#m

Rit. Aiutaci ad accogliere

SOL MIm LA7

il Figlio Tuo che ora vive in noi

 

Maria, Tu che sei stata così docile

davanti al Tuo Signor. Rit.

 

Maria, Tu che hai portato dolcemente

l’immenso dono d’amor. Rit.

 

Maria, Madre umilmente Tu hai sofferto

del Tuo ingiusto dolor. Rit.

 

Maria, Tu che ora vivi nella gloria

assieme al Tuo Signor. Rit.

 

MENTRE IL SILENZIO

 

RE MIm LA RE RE7

Rit. Mentre il silenzio fasciava la terra

SOL MIm SOL SOLm RE 7

e la notte era a metà del suo corso,

MIm LA RE 7

tu sei disceso, o Verbo di Dio,

LA 7 RE

in solitudine e più alto silenzio.

 

RE LA RE

Fin dal principio da sempre Tu sei,

RE LA RE

Verbo che crea e contiene ogni cosa,

RE7 SOL LA RE

Verbo, sostanza di tutto il creato,

MIm LA RE

Verbo, segreto di ogni parola. Rit.

 

La creazione ti grida in silenzio,

la profezia da sempre ti annuncia;

ma il mistero ha ora una voce,

al tuo vagito il silenzio è più fondo. Rit.

 

E pure noi facciamo silenzio,

più che parole il silenzio lo canti;

il cuore ascolti quest’unico Verbo

che ora parla con voce di uomo. Rit.

 

A te Gesù, meraviglia del mondo,

Dio, che vivi nel cuore dell’uomo,

Dio, nascosto in carne mortale,

a Te l’amore che canta in silenzio. Rit.

 

MIA FORZA E MIO CANTO

(cfr. Es 15, 1-4.8-11.13-18 - P. A. Comi)

 

MIm DO RE SOL

Rit. Mia forza e mio canto è il Signore,

DO LAm RE MIm

d’Israele in eterno è il Salvatore.

 

MIm LAm

Voglio cantare in onore del Signore

RE MIm

perché è Lui il mio Salvatore;

MIm LAm

è il mio Dio, lo voglio lodare;

RE

è il Dio di mio padre,

DO LAm SI7

lo voglio esaltare. Rit.

 

Il suo nome è “il Signore”:

la sua destra è ricolma di potenza,

la sua destra annienta il nemico

e lo schiaccia

con vittoria infinita. Rit.

 

Il Faraone in cuor suo diceva:

“li inseguirò e li raggiungerò”.

Ma col tuo soffio alzasti le acque

perché il tuo popolo

attraversasse il mare. Rit.

 

Soffiasti ancora e il mare ricoprì

il Faraone e il suo potere;

cavalli e carri e tutti i cavalieri

furono sommersi

nel profondo del mare. Rit.

 

Chi è come te, o Signore?

Chi è come te fra gli dèi?

Sei maestoso, Signore, e santo

tremendo nelle imprese,

operatore di prodigi. Rit.

 

Hai guidato il tuo popolo nel deserto,

il popolo che tu hai riscattato;

lo conducesti con forza, o Signore,

e con amore

alla tua santa dimora. Rit.

 

Hanno udito i popoli e tremano

per la forza del tuo braccio, Signore.

Tutti restano immobili come pietra

al passaggio

del tuo popolo, Signore. Rit.

 

Lo conducesti per poi trapiantarlo

sul monte santo della tua eredità;

luogo che Tu hai preparato,

tuo trono

in eterno e per sempre. Rit.

 

 

MISERERE MEI, DOMINE

(cfr. Sal 50 - M. Frisina)

 

SOLm REm DOm RE

Rit. Miserere mei, Domine.

SOLm REm MIb FA SOLm

Miserere mei, Domine.

 

SOLm REm

Pietà di me, o Dio,

SOLm MIb RE

per la tua misericordia

SOLm DOm SOLm

nel tuo grande amore

DOm FA SOLm

cancella il mio peccato.

 

SOLm REm

Lavami da tutte le colpe

SOLm MIb RE

e dal mio peccato mondami.

SOLm DOm SOLm

La mia colpa conosco,

DOm FA SOLm

dinanzi ho il mio peccato. Rit.

 

Contro te solo ho peccato,

ciò che è male io l’ho fatto;

è giusta la tua parola e retto

è il tuo giudizio.

Nella colpa sono generato,

nel peccato concepito.

Ma tu vuoi un cuore sincero,

sapienza tu mi insegni. Rit.

 

purificami con issopo e sarò mondato,

lavami e sarò più bianco,

più bianco della neve.

Fammi sentire la gioia

e dammi la letizia,

esulteranno le ossa

che tu mi hai spezzato. Rit.

 

Dai miei peccati distogli

e cancella le mie colpe.

Crea in me un cuore puro,

rinnova in me lo spirito.

Non mi respingere, o Dio,

e non togliermi il tuo spirito.

Rendimi la tua gioia,

sostieni la mia vita. Rit.

 

Insegnerò agli erranti

le vie del tuo amore

e torneranno con gioia

a te i peccatori.

Liberami dal sangue, o Dio,

Signore di salvezza,

e la mia lingua esalti

la tua giustizia. Rit.

 

Apri le mie labbra, Signore,

proclamino la lode,

perché il sacrificio,

l’offerta non gradisci.

Uno spirito contrito

a Dio è sacrificio;

un cuore affranto e umiliato,

o Dio, tu non disprezzi. Rit.

 

Nel tuo grande amore

fa’ grazia a Sion,

ed innalza le mura

di Gerusalemme.

Accoglierai il sacrificio,

preghiera ed olocausto

allora sopra il tuo altare

le offerte saliranno. Rit.

 

Nessun commento:

Posta un commento