sabato 20 ottobre 2012

Pooh - Opera seconda
Sara nel sole






Il testo


Sara da sei mesi va in città 
la mattina presto prende il treno 
e fra i libri il diario e il finestrino 
nasce il sole forte del mattino. 
E si affanna la gente nei bar 
mentre il cielo è sereno 
Sara ha in corpo la rabbia e l'età 
per amare Milano. 
Sara ha quindici anni e dietro lei 
scorre un vecchio film in bianco e nero 
né provincia né periferia 
tutto un mondo da buttare via. 
E la scuola non vale di più 
meglio starsene in giro 
la stazione ha i suoi treni dal sud 
Sara è un frutto maturo. 
Sara respira 
dall'asfalto al cielo è primavera 
e nessuno se n'è accorto ancora 
Sara nel sole 
col sorriso scalda le parole 
di un ragazzo pallido e gentile. 
Il ragazzo graffia la città 
da una radio libera del centro 
per un suo linguaggio un po' speciale 
già due volte gli hanno fatto male. 
La stazione è la casa di chi 
non ha niente da fare 
e un amore comincia così 
non parlando d'amore. 
Sara respira 
dai cortili ai tetti è primavera 
quest'incontro è un sogno e un'avventura. 
Sara s'è accesa 
e un coraggio strano l'ha sorpresa 
la sua pelle ha voglia di qualcosa.




   accordi  

La                        Sol
Sara da sei mesi va in città
Re                            La
la mattina presto prende il treno
                                     Sol
e fra i libri il diario e il finestrino
Re                            La
nasce il sole forte del mattino.
La                            Sol/La
E si affanna la gente nei bar
                        La
mentre il cielo è sereno
                                 Sol/La
Sara ha in corpo la rabbia e l'età
                          La   Sol Re La
per amare Milano.
La                              Sol
Sara ha quindici anni e dietro lei
Re                                    La
scorre un vecchio film in bianco e nero
                      Sol
né provincia né periferia
Re                        La
tutto un mondo da buttare via.
La                        Sol/La
E la scuola non vale di più
                           La
meglio starsene in giro
                                 Sol/La
la stazione ha i suoi treni dal sud
                            La
Sara è un frutto maturo.
Re         Mim
Sara respira
Fa#m                             Sol
dall'asfalto al cielo è primavera
Fa#m                          Sol/La
e nessuno se n'è accorto ancora
Re           Mim
Sara nel sole
Fa#m                     Sol
col sorriso scalda le parole
Fa#m                          Sol
di un ragazzo pallido e gentile.

STRUM : La Sol/La Re/La

La                       Sol
Il ragazzo graffia la città
Re                            La
da una radio libera del centro
                                      Sol
per un suo linguaggio un po' speciale
Re                              La
già due volte gli hanno fatto male.
La                         Sol/La
La stazione è la casa di chi
                    La
non ha niente da fare
                    Sol/La
e un amore comincia così
                  La
non parlando d'amore.
Re         Mim
Sara respira
Fa#m                         Sol
dai cortili ai tetti è primavera
Fa#m                                 Sol La
quest'incontro è un sogno e un'avventura.
Re                Mim
Sara s'è accesa
Fa#m                                Sol
e un coraggio strano l'ha sorpresa
Fa#m                               Sol
la sua pelle ha voglia di qualcosa.

STRUM : Re MIm7 Fa#m7 La

Nessun commento:

Posta un commento