[googleb0de03b8602a8fdb.html]

domenica 14 ottobre 2012

Emma - Maledetto quel giorno

Maledetto quel giorno - midi karaoke




Il testo

Guarda che temporale un giorno da raffreddore dove sei? 
che sono ancora ad aspettarti. 
come l'anestetico artificale faccio finta di non sentire 
fino a che mi addormento non resta più niente. 
la gente torna da lavorare 
si fa compagnia col televisore 
e ad ogni modo la mia compagnia sei tu, 
quanto mi capita di sbagliare 
sempre vicina all'imperfezione 
quanto mi manchi, quanto, quanto mi manchi. 
Non credevo di starci male, 
maledetto quel giorno al mare 
che ti ho visto passare, 
guardarmi, 
il destino in un attimo ci ha fregati, 
impossibile da trattenere, 
come il mare dentro ad un bicchiere, 
irruente passione per cui in un istante 
è sbocciato un eterno amore ma di eterno non aveva niente, 
il nostro amore,maledetto quel giorno. 
Senti che confusione sarebbe un giorno da festeggiare,dove sei? 
che passo il tempo ad immaginarti. 
è una parentesi estemporanea, 
faccio finta di non capire 
fino a che mi accontento non sento più niente, 
la gente stanca di lavorare 
si mette allegria col televisore 
e a tuo modo la mia allegria sei tu. 
quanto mi capita di sbagliare 
sempre vicina all'imperfezione 
quanto mi manchi, quanto, quanto mi manchi. 
Non credevo di starci male, 
maledetto quel giorno al mare 
che ti ho visto passare, 
guardarmi, il destino in un attimo ci ha fregati, 
impossibile da trattenere, 
come il mare dentro ad un bicchiere, 
irruente passione per cui in un istante è sbocciato 
un eterno amore ma dii eterno non aveva niente, 
il nostro amore, maledetto quel giorno. 
ma di eterno non aveva niente la nostra storia maledetto quel giorno. 

   accordi  

A                                             D            
Guarda che temporale un giorno da raffreddore dove sei?

che sono ancora ad aspettarti.
         A
come l'anestetico artificale faccio finta di non sentire
        D
fino a che mi addormento non resta più niente.
         F#m
la gente torna da lavorare
           E
si fa compagnia col televisore
          A                     D
e ad ogni modo la mia compagnia sei tu,
         Dm
quanto mi capita di sbagliare
        A   
sempre vicina all'imperfezione
          E
quanto mi manchi, quanto, quanto mi manchi.

Refrain:
    A
Non credevo di starci male,

maledetto quel giorno al mare
          Em
che ti ho visto passare,

guardarmi,

il destino in un attimo ci ha fregati,
A
impossibile da trattenere,

come il mare dentro ad un bicchiere,
   Em
irruente passione per cui in un istante
                                 G             D
è sbocciato un eterno amore ma di eterno non aveva niente,
    A
il nostro amore, maledetto quel giorno.

A                                                      D
Senti che confusione sarebbe un giorno da festeggiare, dove sei?

che passo il tempo ad immaginarti.
A
è una parentesi estemporanea,

faccio finta di non capire
        D
fino a che mi accontento non sento più niente,
         F#m
la gente stanca di lavorare
           E
si mette allegria col televisore
     A                       D
e a tuo modo la mia allegria sei tu.
          Dm 
quanto mi capita di sbagliare
           A      
sempre vicina all'imperfezione
          E
quanto mi manchi, quanto, quanto mi manchi.

Refrain:
       A
Non credevo di starci male,

maledetto quel giorno al mare
          Em
che ti ho visto passare,

guardarmi, il destino in un attimo ci ha fregati,
   A
impossibile da trattenere,
    
come il mare dentro ad un bicchiere,
   Em
irruente passione per cui in un istante è sbocciato
   G                               D
un eterno amore ma dii eterno non aveva niente,
      A
il nostro amore, maledetto quel giorno.
   G              D             A
ma di eterno non aveva niente la nostra storia maledetto quel giorno.

Refrain:
       A
Non credevo di starci male,

maledetto quel giorno al mare
          Em
che ti ho visto passare,

guardarmi, il destino in un attimo ci ha fregati,
   A
impossibile da trattenere,
    
come il mare dentro ad un bicchiere,
   Em
irruente passione per cui in un istante è sbocciato
   G                               D
un eterno amore ma dii eterno non aveva niente,
      A
il nostro amore, maledetto quel giorno.
    A
meledetto quel giorno!


Nessun commento:

Posta un commento