[googleb0de03b8602a8fdb.html]

domenica 22 novembre 2015

Canti liturgici - testi e accordi (lettera Q)



Canti liturgici: Testi e Accordi

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z

Canti con la lettera Q

 

 

 

QUALE GIOIA.. 1

QUANDO IL SIGNORELE NOSTRE CATENE. 1

QUESTA È LA PASQUA.. 2

QUESTO È IL MIO COMANDAMENTO.. 3

 

 

 

 

QUALE GIOIA

(cfr. Sal. 121 - Calisi, Bagniewuski)

 

FA DO SOLm SIb

Rit. Quale gioia mi dissero,

FA DO SOLm/SIb/DO

andremo alla casa del Si--gnore

FA DO SOLm SIb

Ora i piedi, o Gerusalemme,

FA DO FA

si fermano davanti a te

 

FA DO SOLm SIb DO7

Ora Gerusalemme è ricostruita

FA DO SOLm SIb DO7

come città salda, forte e unita. Rit.

 

Salgono insieme le tribù di Jahvé

per lodare il nome del Signor d’Israele. Rit.

 

Là sono posti i seggi della sua giustizia,

i seggi della casa di Davide. Rit.

 

Domandate pace per Gerusalemme

sì pace a chi ti ama, pace alle tue mura. Rit.

 

Su di te sia pace, chiederò il tuo bene,

per la casa di Dio chiederò la gioia. Rit.

 

Noi siamo il suo popolo, Egli è il nostro Dio,

possa rinnovarci la felicità. Rit.

 

 

QUANDO IL SignoreLE NOSTRE CATENE

(cfr. Sal. 125 - Turoldo, De Marzi)

 

SOL MIm

Rit. Quando il Signore le nostre catene

LAm RE

strappò e infranse, fu come un sogno.

SOL MIm

Tutte le bocche esplosero in grida,

LAm SOL

inni fiorirono in tutte le gole!

 

SOLm

Genti dicevano al nostro passaggio:

DOm

“Dio per loro ha fatto prodigi”.

RE

Dio per noi ha fatto prodigi,

RE7 SOL

abbiamo il cuore ubriaco di gioia. Rit.

 

I nostri esuli, Dio, riporta

come torrenti in terra riarsa.

Chi la semente ha gettato nel pianto

canti prepari al dì del raccolto. Rit.

 

Alla fatica van tutti piangendo

per il sudore che irrora la semina:

ma torneranno con passo di danza

portando a spalla i loro covoni.

 

Rit. Quando il Signore le... (2v)

 

 

QUESTA È LA PASQUA

(cfr. Es 12,2s.5 - 8.11 - 14.26ss)

 

MIm RE MIm

Questo mese sarà per voi l’inizio dei mesi.

MIm

Il decimo giorno ognuno

RE MIm

si procuri un agnello,

LAm7 RE

che sia maschio, senza difetto,

MIm

nato nell’anno,

LAm7 RE MIm

lo serberete fino al quattordici di questo mese.

FA

Allora tutta la comunità

MIm

lo immolerà al tramonto

FA MIm

e con il suo sangue si aspergeranno le porte.

LAm7 RE MIm

E lo mangerete con azzimi ed erbe amare,

LAm7 RE

con i fianchi cinti, i sandali ai piedi

MIm

e un bastone in mano,

FA MIm

perché questa è la Pasqua del Signore,

FA REm MI 7

perché questa è la Pasqua del Signore.

 

LA FA#m MI7 FA#m

Rit. Questa è la Pasqua del Signore

MI RE FA#m

in cui Dio, alleluia!

LA FA#m MI7 FA#m MI RE SIm MI7 LA

È passato oltre le tue porte, allelu--------ia!

 

MI RE

E questa notte io passerò

MI DO#7/FA#m

per colpire l’Egitto,

RE MI

vedrò il sangue sugli architravi delle porte,

RE MI SIm/FA#m

io passerò oltre le vostre porte

RE SIm MI4/7

e voi tutti sarete risparmiati. Rit.

 

E questo giorno

sarà per voi un memoriale,

lo celebrerete

come festa del Signore,

di generazione in generazione

lo celebrerete come rito perenne. Rit.

 

Quando il tuoi figli

un giorno ti chiederanno:

“Che significa la festa che celebriamo?”,

direte che è il ricordo della Pasqua:

il passaggio, il passaggio del Signore. Rit.

 

 

QUESTO È IL MIO COMANDAMENTO

(cfr. Gv 15 - M. Frisina)

 

(LA7) RE LA SIm

Rit. Questo è il mio comandamento:

RE MI MI7 LA

che vi amia--te

SOL LA FA#m

come io ho amato voi,

MIm LA RE

come io ho amato voi.

 

SOL MIm FA#

Nessuno ha un amore più grande

SIm MI7 LA4/7

di chi dà la vita per gli amici;

MIm LA SIm

voi siete miei amici

MIm LA4/7

se farete ciò che vi dirò. Rit.

 

Il servo non sa ancora amare

ma io v’ho chiamato miei amici,

rimanete nel mio amore

ed amate il Padre come me. Rit.

 

Io pregherò il Padre per voi

e darà a voi il Consolatore,

che rimanga sempre in voi

e vi guidi nella carità. Rit.

 

Nessun commento:

Posta un commento