[googleb0de03b8602a8fdb.html]

sabato 14 marzo 2015

Zecchino d'Oro 1961
Sandra Martinatti - La barchetta di carta







I vincitori dal 1959 

Tutte le canzoni dal 1959



Il testo

Di tanti bei giocattoli
 non c’è cosa più meravigliosa
 della barchetta fragile
 che sopra l’acqua va.
 Se il vento la fa immergere
 o l’onda la fa sperdere lontano,
 la mamma, sù non piangere!
 un’altra ne farà!

Barchette, barchette di carta perché ci lasciate?
 Le gioie dei cuori innocenti con voi portate,
 velieri colore di neve, d’azzurro o di rosa
 voi siete vascelli fantasma vascelli pirata,
 i sogni degli anni più lieti dei giorni più belli;
 barchette che l’anima insegue tornate, tornate!

E gli anni intanto passano
 ma il cuore torna ad essere bambino,
 una barchetta fragile è la felicità.
 O vento, vento lasciala
 la candida barchetta navigare:
 è l’ultimo giocattolo che mi sorriderà!

Barchette, barchette di carta perché ci lasciate?
 Le gioie dei cuori innocenti con voi portate,
 velieri colore di neve, d’azzurro o di rosa
 voi siete vascelli fantasma vascelli pirata,
 i sogni degli anni più lieti dei giorni più belli;
 barchette che l’anima insegue tornate, tornate!

Nessun commento:

Posta un commento