[googleb0de03b8602a8fdb.html]

domenica 6 maggio 2012

Arisa - Democrazia




Il testo

Democrazia portami via sennò sto male 
C'è una valanga un filo d'erba e un funerale 
Ci sono cose dette ed altre solo scritte 
Ci sono vuoti di palazzo 
Ma questo è il prezzo 

Mutano le case mutano le cose 
Mutano le mele da renette a deliziose 
Muta questa vita ma ancora in cosa non si sa 
Muta l'aria intorno mutano le rose 
Muta pure l'inno nazionale del paese 
Muta la distanza tra quel che è stato e tutto quello che sarà 
Tra l'illusione e la mia serenità 

Democrazia che vuoi che sia non ti arrabbiare 
Se chi ti esporta in tutto il mondo è un militare 
Che affronta la paura per questa dittatura 
Ha una famiglia che lo aspetta e tiene botta 

Muta il mio dolore muta il mio rispetto 
Muta l'illusione del mio sogno maledetto 
Muta questa vita ancora in cosa non si sa 
Muta l'aria intorno mutano le rose 
Muta pure l'inno nazionale del paese 
Muta la distanza tra quel che è stato e tutto quello che sarà 
Tra l'illusione e la mia serenità 
E la speranza che sperando se ne va 
E non ha tempo di capire a cosa serve poi sparare 
Se è così facile sparire allora 

Muta il mio dolore muta il mio rispetto 
Muta l'illusione del mio sogno nel cassetto 
Muta questa vita ancora in cosa non si sa 
Muta l'aria intorno mutano le rose 
Muta pure l'inno nazionale del paese 
Muta la distanza tra quel che è stato e tutto quello che sarà 

Nessun commento:

Posta un commento