[googleb0de03b8602a8fdb.html]

mercoledì 9 dicembre 2015

I Nomadi - Aiutala











I Nomadi - Aiutala



Il testo

Aiutala, aiutala, prendila per mano,
ti seguirà, la puoi salvar...
Aiutala, prendila per mano,
cambia casa, strada e città,
vai lontano, lontano via di qua,
non chiede niente ma conta su di te.
 
Ha bisogno di gesti d'amore,
non di rabbia, nemmeno di dolore,
è fragile, è nuvola,è sospesa,
un urlo di vento e cadrà giù.
 
Aiutala, aiutala, prendila per mano,
ti seguirà, la puoi salvar...
Aiutala, deve dimenticare,
campi di stelle che fanno sognare,
agli angoli bui di strade desolate,
nere streghe che truccano le carte.

Allontana dai suoi grandi occhi
i falsi amici i loro tristi giochi
allontana dal suo piccolo cuore
quelle loro mani senza più calore.
 
Aiutala, aiutala, prendila per mano,
ti seguirà, la puoi salvar...
Aiutala, prendila per mano,
Aiutala, al risveglio del mattino
a pettinare i lunghi suoi capelli
dille piano dei misteri della luna,
portala nei boschi su in collina.

Portala a uscire fra la gente,
quella gente che vive e sente
che guarda curiosa le vetrine
che pensa all'oggi ma sogna già domani.
 
Aiutala, aiutala, prendila per mano,
ti seguirà, la puoi salvar...
Aiutala, prendila per mano, la puoi salvar...


 accordi per chitarra 

     Sib

Aiutala, aiutala, prendila per mano

                          Solm
ti seguirà, la puoi salvar.

     Sib              Solm
Aiutala, prendila per mano


cambia casa, strada e città,

    Sib                     Solm
vai lontano, lontano via di quà

                     Dom         Solm
non chiedo niente ma conta su di te.

     Dom
Ha bisogno di gesti d’amore,

       Solm                Sib
non di rabbia nemmeno di dolore

  Solm                   Fa
è fragile, è nuvolosa, è sospesa

                 Rem     Solm
un urlo di vento e cadrà giù.


     Sib
Aiutala, aiutala, prendila per mano

                          Solm
ti seguirà, la puoi salvar.


     Sib             Solm
Aiutala, deve dimenticare


campi di stelle che fanno sognare

           Sib                Solm
agli angoli bui di strade desolate

                 Dom         Solm
nere streghe che truccano le carte.

     Dom
Allontana dai suoi grandi occhi

         Solm                 Sib
i falsi amici  i loro tristi giochi,

  Solm                    Fa
allontana dal suo piccolo cuore

                     Rem      Solm
quelle loro mani, senza più calore.


     Sib
Aiutala, aiutala, prendila per mano

                          Solm
ti seguirà, la puoi salvar.


     Sib                     Solm
Aiutala, al risveglio del mattino


a pettinare i lunghi suoi capelli,

      Sib                     Solm
dille piano dei misteri della luna,

                   Dom      Solm
portala nei boschi su in collina.

     Dom
Portala a uscire fra la gente,

       Solm             Sib
quella gente che vive e sente,

    Solm                Fa
che guarda curiosa le vetrine,

                        Rem      Solm
che pensa all’oggi ma sogna già domani.


     Sib
Aiutala, aiutala, prendila per mano

                          Solm
ti seguirà, la puoi salvar.

Nessun commento:

Posta un commento