[googleb0de03b8602a8fdb.html]

domenica 5 aprile 2015

Sergio Endrigo - L'Orlando











Il testo

[Ascoltate brava gente cosa dicono i Cristiani dei feroci Musulmani:]
Ecco sono arrivati i Mori, avanza già la mezzaluna
E sulle mura di Palermo, di Granada e Barcellona
Non parlano latino (la pelle la hanno scura)
Han fatto a pezzi un frate (il Papa ne ha paura)
Non sanno il Paternoster, distruggono le vigne, 
non mangiano il maiale, hanno mogli cento e mille

Guerra, guerra nel nome del Signore dalla Francia all’Inghilterra
Per la fede e per l’onore aspettano la spada nel terrore dell’Islam
L’Orlando

[Or diciamo senza offesa i fedeli di Maometto, dei Cristiani cosa han detto:]
Ecco sono partiti i matti con i pennacchi e i gonfaloni
C’è un vescovo a cavallo e dietro gli straccioni
Bestemmiano in latino (in sassone ed in franco)
Si schiacciano i pidocchi (sul mento rosso e bianco)
Si bevono le vigne, si rubano il maiale, han cento concubine ma la moglie è chiusa a chiave

Guerra, guerra nel nome del profeta
Dalla Mecca a Gibilterra tutti pronti a dar la vita 
E la testa taglieremo al nemico dell’Islam
L’Orlando

Era un terremoto l’Orlando, il cavalier senza paura, con la spada durlindana, una forza di natura
Ha rotto mille teste (in mille guerre sante)
Salvò regine bionde (dal drago e dal gigante)
Ma da quando Carlo Magno l’ha fatto il paladino
Dimentica gli amici per le femmine ed il vino

Guerra guerra ma l’Orlando è innamorato
Solo Angelica la bella dritto al cuore l’ha ferito, 
La forza ormai gli manca e più non guarirà
L’Orlando

Era innamorato L’Orlando e nel dolcissimo duello
Anche un grande capitano può rimetterci il cervello
L’han visto mezzo nudo (ormai è proprio matto)
Ormai il suo nemico (lo porta in mezzo al petto)
E i Mori a cento e a mille conservano la testa
Se in casa non c’è il gatto tutti i topi fanno festa

Guerra, guerra ma l’Orlando non ci viene
C’è chi dice che è un vigliacco, e chi dice che fa bene
Ma c’è un solo uomo al mondo che sa la verità
L’Orlando

Ma c’è un solo uomo al mondo che sa la verità
L’Orlando

 accordi per chitarra 

Mim          Re             Mim                Re          Mim 
[Ascoltate brava gente cosa dicono i Cristiani dei feroci Musulmani:] 
 Mim       Do         Mim    Do             Mim 
Ecco sono arrivati i Mori, avanza già la mezzaluna 
   Do     Re      Sol   Sim      Do       Mim 
E sulle mura di Palermo, di Granada e Barcellona 
 Sol             Re               Sol 
Non parlano latino (la pelle la hanno scura) 
                  Re                 Sol 
Han fatto a pezzi un frate (il Papa ne ha paura) 
 La                    Sol                  Sim 
Non sanno il Paternoster, distruggono le vigne, 
                 Mim              Re  La   Re 
non mangiano il maiale, hanno mogli a cento e mille 
  Sol    Re           Fa      Sol                Re 
Guerra, guerra nel nome del Signore dalla Francia all'Inghilterra 
       Fa            Sol 
Per la fede e per l'onore 
  La               Re    Sol             Do 
tutti aspettano la spada nel terrore dell'Islam 
 Re    Sol 
L'Orlando 
   Mim              Re                      Mim           Re      Mim 
 [Or diciamo senza offesa i fedeli di Maometto, dei Cristiani cosa han detto:] 
Mim       Do         Mim    Do             Mim 
Ecco sono partiti i matti con i pennacchi e i gonfaloni 
   Do     Re      Sol   Sim      Do       Mim 
C'è un vescovo a cavallo e dietro gli straccioni 
Sol             Re               Sol 
Bestemmiano in latino (in sassone ed in franco) 
                  Re                 Sol 
Si schiacciano i pidocchi (sul mento rosso e bianco) 
La               Sol                  Sim 
Si bevono le vigne, si rubano il maiale, 
                 Mim           Re  La   Re 
han cento concubine ma la moglie è chiusa a chiave 
  Sol    Re           Fa      Sol 
Guerra, guerra nel nome del profeta 
               Re             Fa            Sol 
Dalla Mecca a Gibilterra tutti pronti a dar la vita 
  La               Re    Sol       Do 
E la testa taglieremo al nemico dell'Islam 
Re    Sol 
L'Orlando 
Mim       Do         Mim    Do             Mim 
Era un terremoto l'Orlando, il cavalier senza paura, 
   Do     Re      Sol   Sim      Do       Mim 
con la spada durlindana, una forza di natura 
Sol             Re               Sol 
Ha rotto mille teste (in mille guerre sante) 
                  Re                 Sol 
Salvò regine bionde (dal drago e dal gigante) 
La               Sol                  Sim 
Ma da quando Carlo Magno l'ha fatto il paladino 
                 Mim           Re  La   Re 
Dimentica gli amici per le femmine ed il vino 
  Sol    Re           Fa      Sol 
Guerra guerra ma l'Orlando è innamorato 
                Re                Fa            Sol 
Solo Angelica la bella dritto al cuore l'ha ferito, 
  La               Re    Sol         Do 
La forza ormai gli manca e più non guarirà 
Re    Sol 
L'Orlando 
Mim       Do         Mim    Do             Mim 
Era innamorato L'Orlando e nel dolcissimo duello 
   Do     Re      Sol   Sim      Do       Mim 
Anche un grande capitano può rimetterci il cervello 
Sol             Re               Sol 
L'han visto mezzo nudo (ormai è proprio matto) 
                  Re                 Sol 
Ormai il suo nemico (lo porta in mezzo al petto) 
La               Sol                  Sim 
E i Mori a cento e a mille conservano la testa 
                 Mim                Re  La   Re 
Se in casa non c'è il gatto tutti i topi fanno festa 
  Sol    Re           Fa      Sol 
Guerra, guerra ma l'Orlando non ci viene 
                    Re            Fa            Sol 
C'è chi dice che è un vigliacco, e chi dice che fa bene 
  La               Re    Sol            Do 
Ma c'è un solo uomo al mondo che sa la verità 
Re    Sol  Sol Re Fa 
L'Orlando 
  La               Re    Sol         Do 
Ma c'è un solo uomo al mondo che sa la verità 
Re    Sol 
L'Orlando 

Nessun commento:

Posta un commento