[googleb0de03b8602a8fdb.html]

giovedì 5 marzo 2015

ACQUA - Fabrizio Moro











Il testo

Ascoltare impazienti il fluire del tempo
 assicurarsi con un piccolo dolore di esser veri
 lasciare un frammento del nostro pensiero
 a chi ha pensato poco o non ha pensato mai
 distrarsi dal passato, crescere un figlio
 sbagliare a priori, piangere
 tutto questo è vita, tutto questo è…
svegliarsi con la voglia di fare
 e puntualmente non fare
 riscuotere il consenso di chi non ti ha voluto bene
 straziarsi la testa schiavi di un pensiero
 andare forte, sempre più forte anche in salita
 e chiedermi ogni giorno tu dove sei finita
 se tutto questo è vita e io la lascio correre
 tu di acqua ne è passata
 sotto a queste scarpe, fra le mani
 davanti agli occhi e nello stomaco
 camminare camminare camminare camminare
 su una strada di chiodi a piedi nudi e sopportare il dolore
 lasciare che il tempo ci invecchi le ossa
 scaldate dal coraggio acquisito a forza di pugni nella faccia
 affrontare il percorso nella notte senza torcia
 spostare i ramoscelli dagli occhi
 tutto questo è vita
 fumare, bere, ridere, scopare, fare l’amore
 insistere quando le spalle hanno ceduto a fatica
 e chiedermi ogni giorno tu dove sei finita
 se tutto questo è vita e io la lascio correre
 tu di acqua ne è passata
 sotto a queste scarpe, fra le mani
 davanti agli occhi e nello stomaco
 sciacquarsi la bocca prima di sputare in aria
 esistere e chiedermi ogni giorno
 tu dove sei finita
 se tutto questo è vita
 e io la lascio correre
 tu di acqua ne è passata
 sotto a queste scarpe, fra le mani
 davanti agli occhi e nello stomaco
 sotto a queste scarpe, fra le mani
 davanti agli occhi e nello stomaco

 accordi per chitarra 

Nessun commento:

Posta un commento