[googleb0de03b8602a8fdb.html]

martedì 30 settembre 2014

2014 - 57° Zecchino d’Oro
FLAVIA PROSPERI - La mia casa

Zecchino d'oro dal 1959
Le canzoni vincitrici dal 1959
2014 - 57° Zecchino d’Oro





FLAVIA PROSPERI, 4 anni, Spoltore (PE)

2014 - 57° Zecchino d’Oro
EDOARDO BARCHI - Chi ha paura del buio?
(in coppia con Alessia Chianese)
canzone vincitrice

Zecchino d'oro dal 1959
Le canzoni vincitrici dal 1959
2014 - 57° Zecchino d’Oro





EDOARDO BARCHI, 4 anni, Modena (MO) Testo: Mario Gardini Musica: Giovanni Paolo Fontana - Roberto De Luca Arrangiamento: Alex Volpi Direzione artistica: Gianfranco Fasano Il testo CORO: Che paura, che paura, che paura, che paura, Che paura, che paura, che paura, che paura! 1° SOLISTA: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? Io no! Ne ha paura Carolina, è ancora piccolina e vuole la lucina 2° SOLISTA: Sul comò! CORO: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? No, io no! 1° SOLISTA: Ne ha paura il cuginetto che guarda sotto il letto oppure nel cassetto, 2° SOLISTA: Ma io no! 1° SOLISTA: Sono grande, sono grande e i bambini alla mia età Non han certo più paura per un po’ di oscurità, Ma capisco, ma capisco chi è più piccolo di me E ogni notte si domanda dentro al buio cosa c’è! 2° SOLISTA: Cosa c’è? Cosa c’è? CORO: C’è l’alieno senza un occhio che da Marte arriverà 1° SOLISTA: Basta dargli un pizzicotto e vedrai che scapperà! CORO: C’è la strega tutta nera che i bambini mangerà 2° SOLISTA: Mangerà, mangerà La faremo prigioniera finché il giorno tornerà. 1° SOLISTA: Non ho niente più da dire, posso andarmene a dormire? CORO: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io, no! CORO: Che paura, che paura, che paura, che paura Che paura, che paura, che paura, che paura! 1° SOLISTA: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? Io no! Ne ha paura Ludovica, la mia migliore amica, che non lo dice mica 2° SOLISTA: Ma lo so! CORO: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? No, io no! 1° SOLISTA: Ne ha paura il mio vicino che tiene un lumicino accanto al baldacchino 2° SOLISTA: Ma io no! 1° SOLISTA: Sono grande, sono grande e i bambini alla mia età Non han certo più paura per un po’ di oscurità, Ma capisco, ma capisco chi è più piccolo di me E ogni notte si domanda dentro al buio cosa c’è! 2° SOLISTA: Cosa c’è? Cosa c’è? CORO: C’è il vampiro tutto denti che alla porta busserà 1° SOLISTA: Basterà non dire: “Avanti” e alla fine se ne andrà! 2° SOLISTA: Se ne andrà, se ne andrà. CORO: C’è la mummia con le bende, dall’Egitto arriverà Ne faremo delle tende che la mamma cucirà! 1° SOLISTA: Non ho niente più da dire, posso andarmene a dormire? CORO: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? No, io no! 1° SOLISTA: Ne ha paura la gallina che sente la faina che piano si avvicina, 2° SOLISTA: Ma io no! CORO: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? No, io no! 1° SOLISTA: Ne ha paura la maestra che vede la tempesta da dietro la finestra, 2° SOLISTA: Ma io no! CORO: C hi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? No, io no! Ne ha paura il pesce palla che senza pinna gialla, non vuol tornare a galla, 2° SOLISTA: Ma io no! CORO: Chi ha paura del buio? 2° SOLISTA:Io no! Chi ha paura del buio? No, io no! 1° SOLISTA + CORO: Ne ha paura la bidella ed anche la sorella e pure la gemella, Ne ha paura il fiorellino che dorme a capo chino e aspetta sia mattino. 2° SOLISTA: Ma io no!

2014 - 57° Zecchino d’Oro
COSMA COSSIGA - Ci vuole un titolo

Zecchino d'oro dal 1959
Le canzoni vincitrici dal 1959
2014 - 57° Zecchino d’Oro





COSMA COSSIGA, 6 anni, Sassari (SS) Testo: Maria Francesca Polli / Musica: Marco Iardella Arrangiamento: Luca Orioli Direzione artistica: Gianfranco Fasano Il testo SOLISTA: Quest’anno è andata bene, non sai che agitazione, Ma c’era una canzone adatta, adatta a me. Mi sono preparato, mi sono concentrato Ma ciò che è capitato lo capirai da te. Sarà una distrazione, sarà un po’di stanchezza, Sarà una leggerezza CORO: Ma il titolo SOLISTA: Non c’è! SOLISTA: Ma come posso fare, se sta per arrivare Lo strano ritornello che ancora non lo è! CORO: Ci vuole un titolo per questa canzone SOLISTA: Perché non c’è ma forse c’è una soluzione, CORO: Ci vuole un titolo da ricordare SOLISTA: Che lasci te, che lasci me senza parole, CORO: Ci vuole un titolo di quelli giusti SOLISTA: Che faccia un po’da digestivo dopo i pasti, Ci vuole un titolo, un titolo a caso CORO: Oh oh oh… CORO: Magari è lì, ma proprio lì sotto il tuo naso. SOLISTA: Le manca una rotella, ma è solo una storiella Però la cosa bella è che la novità Anche se non lo TUTTI: Vedi Anche se non ci Credi Si può restare in Piedi Se c’è la volontà. CORO: Ci vuole un titolo per questa canzone SOLISTA: Perché non c’è ma forse c’è una soluzione, CORO: Ci vuole un titolo da ricordare SOLISTA: Che lasci te, che lasci me senza parole, Ci vuole un titolo di quelli belli CORO: Perché nessuno possa mai chiamarci polli, SOLISTA: Ci vuole un titolo per questo mese che paghi il gas, CORO: Oh oh oh… CORO: La luce e il fax SOLISTA: E le mie spese! CORO: Ma adesso sta canzone che è quasi già finita SOLISTA: Mi viene un po’ il magone perché non l’ho capita, CORO: La verità nascosta è lì davanti a te Perché è la prima volta che il titolo non c’è. TUTTI: Ci vuole un titolo per questa canzone SOLISTA: Perché non c’è ma forse c’è una spiegazione, TUTTI: Ci vuole un titolo da fischiettare SOLISTA: Mettendo insieme un po’di note e di parole, CORO: Ci vuole un titolo SOLISTA: Ma che scoperta Ma in fondo a noi, detto tra noi chi se ne importa! SOLISTA: Ci vuole un titolo ma abbiamo il finale CORO: E invece no! SOLISTA: E invece sì! E invece sì! E invece no! CORO: Ci vuole un titolo finisce…ohhhhhhh SOLISTA: Così!

lunedì 29 settembre 2014

Fiorella Mannoia - Le parole perdute











Il testo

 Le parole perdute nascoste in fondo al cuore
 aspettano in silenzio un giorno migliore
 un lampo di coraggio per tornare in superficie
 un tempo felice, un tempo felice
 Ritrovare te stesso, senza avere vergogna
 di ogni tuo sentimento, in questa grande menzogna
 dell'uomo reso libero ma schiavo del profitto
 e intanto il tempo passa, passa
 Amami amore mio, sono parole semplici
 amami amore mio, noi resteremo complici
 amami amore mio, che il tempo corre in fretta
 stringimi amore mio, tienimi stretta
 E i sogni si allontanano, ce li portano via
 i sogni si allontanano, ce li portano via
 stringimi amore mio, che siamo ancora in tempo
 amami amore mio, noi siamo ancora in tempo
 noi siamo ancora in tempo
 Le parole perdute hanno camminato tanto
 oltre le apparenze in eterno movimento
 tra quello che vorremmo e quello che dobbiamo
 con l'anima in conflitto per quello che non siamo
 Le parole vissute le ritrovi nelle strade
 aspettano in silenzio le belle giornate
 e un lampo di coraggio per tornare in superficie
 un tempo felice, un tempo felice
 Amami amore mio, sono parole semplici
 amami amore mio, noi resteremo complici
 amami amore mio, che il tempo corre in fretta
 stringimi amore mio, tienimi stretta
 Che i sogni si allontanano, ce li portano via
 i sogni si allontanano, ce li portano via
 stringimi amore mio, che siamo ancora in tempo
 amami amore mio, noi siamo ancora in tempo
 noi siamo ancora in tempo, noi siamo ancora in tempo
 un tempo felice, felice
 Amami amore mio, senza nessun rimpianto
 amami amore mio, corriamo controvento
 amami amore mio, voglio crederci ancora
 stringimi amore mio, ritornerà l'aurora
 ritornerà l'aurora, ritornerà l'aurora
 un tempo felice, ritornerà l'aurora

accordi

Do Sol La- Fa

Do
Le parole perdute nascoste in fondo al cuore
Sol
aspettano in silenzio un giorno migliore
La-
un lampo di coraggio per tornare in superficie
Fa               Re
un tempo felice, un tempo felice
Do
Ritrovare te stesso, senza avere vergogna
Mi-
di ogni tuo sentimento, in questa grande menzogna
La-
dell’uomo reso libero ma schiavo del profitto
Fa                       Re
e intanto il tempo passa, passa
Do
Amami amore mio, sono parole semplici
Sol
amami amore mio, noi resteremo complici
La-
amami amore mio, che il tempo corre in fretta
Fa                 Re
stringimi amore mio, tienimi stretta
Do
E i sogni si allontanano, ce li portano via
Sol
i sogni si allontanano, ce li portano via
La-
stringimi amore mio, che siamo ancora in tempo
Fa                                       Do
amami amore mio, noi siamo ancora in tempo ohh ohh ohh
Sol
ohhh ohh ohh ohh ohhhh ohhh ohhh ohh
La-           Fa
noi siamo ancora in tempo
Do
Le parole perdute hanno camminato tanto
Mi-
oltre le apparenze in eterno movimento
La-
tra quello che vorremmo e quello che dobbiamo
Fa                          Re
con l’anima in conflitto per quello che non siamo
Do
Le parole vissute le ritrovi nelle strade
Mi-
aspettano in silenzio le belle giornate
La-
e un lampo di coraggio per tornare in superficie
Fa              Re
un tempo felice, un tempo felice

Do
Amami amore mio, sono parole semplici
Sol
amami amore mio, noi resteremo complici
La-
amami amore mio, che il tempo corre in fretta
Fa                 Re
stringimi amore mio, tienimi stretta
Do
Che i sogni si allontanano, ce li portano via
Sol
i sogni si allontanano, ce li portano via
La-
stringimi amore mio, che siamo ancora in tempo
Fa                                     Do
amami amore mio, noi siamo ancora in tempo
Do
ohh ohh ohhh
Sol                                      La-
noi siamo ancora in tempo noi siamo ancora in tempo
Fa              Re
un tempo felice, felice
Do
Amami amore mio, senza nessun rimpianto
Sol
amami amore mio, corriamo controvento
Lam
amami amore mio, voglio crederci ancora
Fa                 Re
stringimi amore mio, ritornerà l’aurora
Do           Sol              La-
ritornerà l’aurora, ritornerà l’aurora
Fa              Re              Do  Sol
un tempo felice, ritornerà l’aurora Ohhh ohh

Mannarino - Maddalena









IL testo

Gli presero la casa ed il giardino 
In nome della grande santità 
E Giuda prese a fare a nascondino 
Con lo specchio e con la dignità 

Poi venne Dio che tutto da e tutto toglie 
Chiamò un taxi e ci mise su la moglie 
E Giuda andò a morire nella notte 
Per il vino, per le donne e per le botte 

Lo raccolse per la giacca Maddalena 
Che viveva alle baracche allo sfacelo 
In mezzo a una comune di ubriaconi 
Che credevano in un regno su nel cielo 

E fu amore e fu rivoluzione 
Discorsi sulla strada e vita piena 
Ma Giuda amava più d'ogni sermone 
Le urla dolci della Maddalena 

Il fattaccio poi successe in una sera 
Giuda fu preso e messo alla galera 
Gesù Cristo era scappato fra la gente 
E Giuda disse di non sapere niente 

Ma quando vide Maddalena in parlatorio 
che stava male e aveva perso un dente 
Ispettore, disse, è stato Gesù Cristo 
A portare tutto l'oppio dall'Oriente 

E ritornò dal suo amore col bottino 
Trenta denari per sette amari,grazie un marsala 
Per poi vedere scritta doppia al botteghino 
L'insegna di una grande multisala 

Diceva: Gesù Santo alla stazione 
Un nuovo film davvero commovente 
Con un cast del tutto eccezionale 
C'è pure Dio, l'immenso onnipotente 

Il cinema è un buio di persone 
I grandi divi sono stelle da ammirare 
E nessuno vide giù fra le poltrone 
Che quei due cominciavano a scopare 

Maddalena, io ti amo tanto 
lui voleva il cielo e io voglio stare qua 
Lo uccidessero, va bene tanto al tempo 
Ha detto a tutti che poi risorgerà 

Ma il paradiso mio sta solo nei tuoi fianchi 
Seni dolci per occhi stanchi 
Bocca rossa di caramella 
Questa vita sulla terra è così bella 

Dallo schermo Dio li vide e alzò la voce 
Io ti fulmino, Giuda l'Iscariota 
Mio figlio sta morendo sulla croce 
Per colpa di un mortale così idiota 

Maddalena allora s'alzò e urlò con tutto il cuore 
Dio non mi fai paura 
Tu che hai fatto un figlio senza far l'amore 
Che vuoi capirci di questa fregatura? 

Lascia stare Giuda e guarda altrove 
Ecco, guarda la mia scollatura 
E io mi guarderò dalla tua invidia 
Perchè Dio non gode come una creatura 

Dio scappò nel cielo e nella furia 
Mise su un grandissimo cantiere 
Per costruire una potente curia 
Che potesse Maddalena far tacere 

Giuda e Maddalena stanno insieme 
E girano nascosti fra la gente 
E vanno al fiume a far l'amore 
Su una barchetta che va controcorrente



 Sib7        La7             Rem
 Gli presero la casa ed il giardino
 Sib7           La7              Rem
 In nome della grande santità
 Sib7              La7                Rem
 E Giuda prese a fare a nascondino
 Sib7         La7            Rem
 Con lo specchio e con la dignità

   Sib7                La7           Rem
 Poi venne Dio che tutto da e tutto toglie
   Sib7      La7            Rem
 Chiamò un taxi e ci mise su la moglie
   Sib7                La7         Rem
 E Giuda andò a morire nella notte
  Sib7             La7                 Rem
 Per il vino, per le donne e per le botte

  Sib7            La7            Rem
 Lo raccolse per la giacca Maddalena
  Sib7         La7                 Rem
 Che viveva alle baracche allo sfacelo
  Sib7                 La7              Rem
 In mezzo a una comune di ubriaconi
  Sib7              La7               Rem
 Che credevano in un regno su nel cielo

  Sib7   La7        Rem
 E fu amore e fu rivoluzione
  Sib7            La7            Rem
 Discorsi sulla strada e vita piena
  Sib7             La7               Rem
 Ma Giuda amava più d'ogni sermone
  Sib7   La7          Rem
 Le urla dolci della Maddalena

Sib7 La7 Rem     /    Sib7 La7 Rem   (X2)

  Sib7               La7             Rem
 Il fattaccio poi successe in una sera
 Sib7     La7           Rem
 Giuda fu preso e messo alla galera
 Sib7               La7         Rem
 Gesù Cristo era scappato fra la gente
 Sib7       La7             Rem
 E Giuda disse di non sapere niente

  Sib7          La7            Rem
 Ma quando vide Maddalena in parlatorio
 Sib7     La7                Rem
 che stava male e aveva perso un dente
 Sib7               La7             Rem
 Ispettore, disse, è stato Gesù Cristo
 Sib7          La7               Rem
 A portare tutto l'oppio dall'Oriente

 Sib7             La7            Rem
 E ritornò dal suo amore col bottino
 Sib7                  La7                    Rem
 Trenta denari per sette amari,grazie un marsala
 Sib7            La7                 Rem
 Per poi vedere scritta doppia al botteghino
 Sib7              La7            Rem
 L'insegna di una grande multisala

 Sib7        La7               Rem
 Diceva:      Gesù Santo alla stazione
 Sib7       La7             Rem
 Un nuovo film davvero commovente
 Sib7      La7               Rem
 Con un cast del tutto eccezionale
 Sib7      La7               Rem
 C'è pure Dio, l'immenso onnipotente

 Sib7 La7 Rem     /    Sib7 La7 Rem   (X2)

 
  Sib7              La7          Rem
 Il cinema è un buio di persone
  Sib7          La7              Rem
 I grandi divi sono stelle da ammirare
 Sib7          La7              Rem
 E nessuno vide giù fra le poltrone
 Sib7          La7              Rem
 Che quei due cominciavano a scopare
 
   Sib7      La7         Rem
 Maddalena,      io ti amo tanto
  Sib7    La7                   Rem
 lui voleva il cielo  e io voglio stare qua
 Sib7                   La7                 Rem
 Lo uccidessero, va bene      tanto al tempo
  Sib7      La7         Rem
 Ha detto a tutti       che poi risorgerà

  Sib7     La7              Rem
 Ma il paradiso mio sta solo nei tuoi fianchi
  Sib7     La7                  Rem
 Seni dolci            per occhi stanchi
  Sib7      La7               Rem
 Bocca rossa              di caramella
 Sib7        La7             Rem
 Questa vita sulla terra è così bella

   Sib7             La7               Rem
 Dallo schermo Dio li vide e alzò la voce
   Sib7         La7          Rem
 Io ti fulmino, Giuda l'Iscariota
  Sib7             La7              Rem
 Mio figlio sta morendo sulla croce
  Sib7                 La7          Rem
 Per colpa di un mortale così idiota

  Sib7            La7                         Rem
 Maddalena allora        s'alzò e urlò con tutto il cuore
  Sib7   La7            Rem
 Dio    non mi fai paura
  Sib7                      La7   Rem
 Tu che hai fatto un figlio senza far l'amore
  Sib7        La7         Rem
 Che vuoi capirci di questa fregatura?

 Sib7               La7             Rem
 Lascia stare Giuda e guarda altrove
 Sib7    La7                     Rem
 Ecco,           guarda la mia scollatura
   Sib7              La7              Rem
 E io mi guarderò dalla tua invidia
   Sib7  La7                Rem
 Perchè Dio non gode come una creatura

 Sib7 La7 Rem     /    Sib7 La7 Rem   (X4)

  Sib7               La7            Rem
 Dio scappò nel cielo e nella furia
  Sib7          La7            Rem
 Mise su un grandissimo cantiere
  Sib7   La7            Rem
 Per costruire una potente curia
 Sib7            La7          Rem
 Che potesse Maddalena far tacere

 
 Sib7          La7              Rem
 Giuda e Maddalena stanno insieme
  Sib7          La7          Rem
 E girano nascosti fra la gente
 
 Sib7        La7               Rem
 E vanno al fiume a far l'amore
    Sib7             La7                 Rem 
 Su una barchetta che va        controcorrente 

Mannarino - Merlo rosso









Il testo

Era un merlo rosso e cantava solo per se 
ma poi un giorno m'ha vista piangere 
e le mie labbra avevano da bere 
solo lacrime turbo diesel nere 

Le vie del centro sono un brulicare 
C'è una ragazza che vanno a festeggiare 
C'era una rosa che stava per morire, e un merlo rosso vedendola che fa 
Prende una spina, su di lei si china 
e col suo sangue le toglie la rovina 
la porta in dono a una ragazza pazza, che aveva perso gli occhi in una nottataccia 

Le lacrime dell'inferno servono a qualcosa 
nutrono la terra, fan crescere una rosa 
Guardatela è tornata, ha gli occhi sopra il viso 
la rosa nelle mani le riportò il sorriso 
Le riportò il sorriso 

Era un merlo rosso e cantava solo per se 
ma poi un giorno m'ha vista piangere 
e le mie labbra avevano da bere 
solo lacrime turbo diesel nere 

Ha visto una rosa piegata su di se 
si è rotto il petto per portarla a me 
e ora che il cielo non ha più niente di storto, non ci può volare perchè ormai è morto 

La notte è fredda, non ha una giacca 
Io sto sull'onda, lui sta nella risacca 
Ma quando dall'inferno lo sento cantare 
mi prende un sorriso che mi fa lacrimare 

Le lacrime dell'inferno servono a qualcosa 
nutrono la terra, fan crescere una rosa 
Guardatela è tornata, ha gli occhi sopra il viso 
la rosa nelle mani le riportò il sorriso 
Le riportò il sorriso 

accordi

FA

             SOLm       SIb           FA
Era un merlo rosso e cantava solo per se
          SOLm        SIb   FA
ma poi un giorno m'ha vista piangere
         SOLm    SIb       FA
e le mie labbra avevano da bere
     SOLm    SIb          FA
solo lacrime turbo diesel nere

           SOLm   SIb          REm  
Le vie del centro sono un brulicare
          SOLm      SIb           FA
C'è una ragazza che vanno a festeggiare
          SOLm     SIb         REm
C'era una rosa che stava per morire,
           SOLm    SIb         FA
e un merlo rosso vedendola che fa
           DO                  FA
Prende una spina, su di lei si china
          DO                    FA
e col suo sangue le toglie la rovina
            SOLm    SIb        FA
la porta in dono a una ragazza pazza,
                    SOLm     SIb      FA
che aveva perso gli occhi in una nottataccia

   FA
Le lacrime dell'inferno servono a qualcosa
SOLm       REm/FA     DO           FA
nutrono la terra, fan crescere una rosa
    FA
Guardatela è tornata, ha gli occhi sopra il viso
   SOLm       REm/FA  DO            FA
la rosa nelle mani le riportò il sorriso
   SIb        FA
Le riportò...    il sorriso

             SOLm       SIb           FA
Era un merlo rosso e cantava solo per se
          SOLm        SIb   FA
ma poi un giorno m'ha vista piangere
         SOLm    SIb       FA
e le mie labbra avevano da bere
     SOLm    SIb          FA
solo lacrime turbo diesel nere

             SOLm    SIb        REm      
Ha visto una rosa piegata su di sé
   SOLm       SIb                  FA
si è rotto il petto per portarla a me
             SOLm         SIb           REm
e ora che il cielo non ha più niente di storto,
             SOLm    SIb         FA
non ci può volare perchè ormai è morto

           DO                 FA
La notte è fredda, non ha una giacca
            DO                    FA
Io sto sull'onda, lui sta nella risacca
                 SOLm     SIb      FA
Ma quando dall'inferno lo sento cantare
                SOLm        SIb     FA
mi prende un sorriso che mi fa lacrimare

   FA
Le lacrime dell'inferno servono a qualcosa
SOLm       REm/FA     DO           FA
nutrono la terra, fan crescere una rosa
    FA
Guardatela è tornata, ha gli occhi sopra il viso
   SOLm       REm/FA  DO            FA
la rosa nelle mani le riportò il sorriso
   SIb        FA
Le riportò...    il sorriso

Mannarino - Statte zitta









IL testo

E statte zitta 
che ne sai tu de quello che sento 
c'ho na fitta ma nun me lamento, nun me lamento 
Amore un corno 
i panni s'asciugano soli 
e sto freddo non viene da fori 
io ce l'ho dentro 

Me ne andrò su una barca de fiori 
Me ne andrò però nun me lamento 

Solo me chiedo perchè 
sto così bene co te 
Io che non ho paura 
nella notte scura 
A fa risse, guerre, scommesse 
mille schifezze 
Tremo tremo forte fra le tue carezze 
Tremo tremo forte fra le tue carezze 

E statte zitta 
che ne sai tu de quello che ho visto 
Eri bella in un altro posto 
e non insisto 
Amore in fondo 
la vita mia è una bottiglia che se scola 
e non me serve fra le lenzuola 
chi me consola 

Me ne andrò su una barca che vola 
Me ne andrò ma non resterai sola 

Solo me chiedo perchè 
sto così bene co te 
Io che non ho paura 
nella notte scura 
A fa risse, guerre, scommesse 
mille schifezze 
Tremo tremo forte fra le tue carezze 
Tremo tremo forte fra le tue carezze 

Me ne andrò su una barca d'argento 
Me ne andrò su una barca che vola 
Me ne andrò ma non resterai sola 

accordi

Sim
E statte zitta
   Mim   Sim
che ne sai tu de quello che sento
   Mim   Re     Fa#
c'ho na fitta ma nun me lamento, nun me lamento
 Sim
Amore un corno
  Mim       Sim
i panni s'asciugano soli
  Mim   Re      Fa#
e sto freddo non viene da fori io ce l'ho dentro
  Mim   Sim
Me ne andrò su una barca de fiori
  Mim   Sim
Me ne andrò però nun me lamento
    Mim      Sim
Solo me chiedo perchè sto così bene co te
 Fa#  Sim
Io che non ho paura nella notte scura
  Mim    Sim
A fa risse, guerre, scommesse mille schifezze
  Mim    Sim    Fa#      Sim
Tremo tremo forte fra le tue carezze
  Mim    Sim    Fa#      Sim
Tremo tremo forte fra le tue carezze

Mim  Sim Mim Sim Mim Sim Fa# Si  Mim  Sim Mim Sim  Mim Sim Fa# Sim

  Sim
E statte zitta
   Mim   Sim
che ne sai tu de quello che ho visto
  Mim   Re     Fa#
Eri bella in un altro posto e non insisto
  Sim
Amore in fondo
   Mim     Sim
la vita mia è una bottiglia che se scola
  Mim   Re     Fa#
e non me serve fra le lenzuola chi me consola
  Mim   Sim
Me ne andrò su una barca che vola
  Mim   Sim
Me ne andrò ma non resterai sola

    Mim      Sim
Solo me chiedo perchè sto così bene co te
 Fa#  Sim
Io che non ho paura nella notte scura
  Mim       Sim
A fa risse, guerre, scommesse mille schifezze
  Mim    Sim    Fa#      Sim
Tremo tremo forte fra le tue carezze
  Mim    Sim    Fa#      Sim
Tremo tremo forte fra le tue carezze
  Mim   Sim
Me ne andrò su una barca d'argento
  Mim   Sim
Me ne andrò su una barca che vola
  Mim   Sim
Me ne andrò ma non resterai sola

Mim  Sim Mim Sim Mim Sim Fa# Si  Mim  Sim Mim Sim Fa# Sim

Mannarino - Fatte bacià









IL testo

Eeeeè vero che la povertà non c'ha i denti pè magna
ce la pè ride pè fatte vede che tutto il resto se ne va

Eeeeh t'ho portato 4 fiori so cresciuti in mezzo ai rovi
e c'hanno voja de fatte vedè quanto ponno profumà

fatte bacià come una carezza
fatte bacià contro l'amarezza
fatte bacià che non c'è certezza

fattè toccà che no me pare vero quello che c'ho e quello che cercavo
l'anima di un omo der mondo intero e l'oro

Eeeeh sei bella innamorata la bocca e na cerasa
e dentro all'occhi c'hai dù bagliocchi che me fanno sentì un Re

Eeeeh vado avanti a testa alta
lavoro e nun me stanco e tanto canto e so contento
se penso che tu pensi a me

fatte bacià come una carezza
fatte bacià contro l'amarezza
fatte bacià che non c'è certezza

fattè toccà che no me pare vero quello che c'ho e quello che cercavo
l'anima di un omo der mondo intero e l'oro

accordi

Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9

Rem      Do         Fa           La          Sib
È vero che la povertà non c'ha i denti pè magnà
            Rem     Sib
ce la pè ride pè fatte vede
La7                      Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9
che tutto il resto se ne va
Rem         Do             Fa
Eeeeh t'ho portato quattro fiori
  La                   Sib
so cresciuti in mezzo ai rovi
            Rem      Sib
ma c'hanno voja de fatte vedè
La7                   Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9
 quanto ponno profumà

Rem           Do
Fatte bacià come una carezza
Rem           Do
Fatte bacià contro l'amarezza
Rem            Do
Fatte bacià che non c'è certezza
 La        Sib
fattè toccà che nun me pare vero
Rem                  La
quello che c'ho e quello che cercavo
 Solm      La     Solm            La    Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9
la metà de un omo der mondo intero e l'oro

Rem       Do         Fa       La           Sib
Eeeeh sei bella innamorata la bocca e na cerasa
          Rem              Sib
e dentro all'occhi c'hai dù baiocchi
La7                      Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9
che me fanno sentì un Re

Rem          Do           Fa
Eeeeh vado avanti a testa arta
  La               Sib
lavoro e nun me stanco
         Rem         Sib
E intanto canto e so contento
La7                      Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9
 se penso che tu pensi a me

Rem           Do
Fatte bacià come una carezza
Rem           Do
Fatte bacià che non c'è certezza
Rem            Do
Fatte bacià contro l'amarezza
La          Sib
Fattè toccà che nun me pare vero
 Rem                  La
quello che c'ho e quello che cercavo
Solm        La      Solm            La    Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9
la metà de un omo der mondo intero e l'oro

Do Fa La7 Rem Re4 Rem Re9 Rem Re4 Rem Re9


Mannarino - Vivere la vita









Il testo

Vivere la vita è una cosa veramente grossa 
C’è tutto il mondo tra la culla e la fossa 
Sei partito da un piccolo porto 
Dove la sete era tanta e il fiasco era corto 
E adesso vivi…. 
Perché non avrei niente di meglio da fare 
finchè non sarai morto 
La vita è la più grande ubriacatura 
Mentre stai bevendo intorno a te tutto gira 
E incontri un sacco di gente 
Ma quando passerà non ti ricorderai più niente 
Ma non avere paura, qualcun’ altro si ricorderà di te 
Ma la questione è…Perché??? 
Perché ha qualcosa che gli hai regalato 
Oppure avevi un debito…e non l’hai pagato??? 
Non c’è cosa peggiore del talento sprecato 
Non c’è cosa più triste di una padre che non ha amato… 

Vivere la vita è come fare un grosso girotondo 
C’è il momento di stare sù e quello di cadere giù nel fondo 
E allora avrai paura 
Perché a quella notte non eri pronto 
Al mattino ti rialzerai sulle tue gambe 
E sarai l’uomo più forte del mondo 
Lei si truccava forte per nascondere un dolore 
Lui si infilava le dita in gola….per vedere se veramente aveva un cuore 
Poi quello che non aveva fatto la società l’ha fatto l’amore… 
Guardali adesso come camminano leggeri senza un cognome…. 

Puoi cambiare camicia se ne hai voglia 
E se hai fiducia puoi cambiare scarpe… 
Se hai scarpe nuove puoi cambiare strada 
E cambiando strada puoi cambiare idee 
E con le idee puoi cambiare il mondo… 
Ma il mondo non cambia spesso 
Allora la tua vera Rivoluzione sarà cambiare tè stesso 
Eccoti sulla tua barchetta di giornale che sfidi le onde della radiotelevisione 
Eccoti lungo la statale…che dai un bel pugno a uno sfruttatore 
Eccoti nel tuo monolocale… che scrivi una canzone 
Eccoti in guerra nel deserto che stai per disertare 
E ora…eccoti sul letto che non ti vuoi più alzare… 
E ti lamenti dei Governi e della crisi generale… 

Posso dirti una cosa da bambino??? 
Esci di casa! Sorrdi!! Respira forte!!! 
Sei vivo!!!…cretino…. 

domenica 28 settembre 2014

MANNARINO - SIGNORINA









Il testo

Balla, balla signorina nella notte 
nella carovana che è passata 
c’eran tante collanine rotte 
dalle botte della vita 
scappa via da questa gente consumata 
dalla gabbia della madre, la puttana 
c’è una porta per tornare ancora indietro 
piccolina, signorina 
urla forte, forte forte in questa nebbia 
che nasconde la tua storia come vecchia 
comare che ride 
ma non parla per pudore 
bevi pioggia, bevi pioggia 
bevi vino, parla amaro 
hai perduto ciò che avevi di più caro 
nelle vene per un somaro 
sta’ tranquilla se lo prendo io gli sparo 
quando piangi questo mondo si rintana 
chiude orecchie, porte, mette una catena 
intorno al braccio e s’addormenta 
perché sentire che si soffre è una tormenta 
hai sorriso con la bocca screpolata 
hai riempito di cazzate una serata 
questa volta, dici, è l’ultima davvero 
e per poco non finivi al cimitero 
ed è uscito un sole folle stamattina 
e noi scappiamo via dalla rovina 
forse basta questa lacrima d’amore 
a riempire il gran deserto e a farci il mare 
balla, balla amore mio per questa notte 
vedrai, vedrai che passerà 
vedrai 
vedrai, vedrai che passerà 
vedrai 

accordi

Sim  La  Sim  La  Sim

Sim                          La
Balla, balla signorina nella notte
                       Sol
nella carovana che è passata
                       Fa#
c'eran tante collanine rotte
                  Sim
dalle botte della vita.
                                La
Scappa via da questa gente consumata
                                Sol
dalla gabbia della madre, la puttana
                                     Fa#
c'è una porta per tornare ancora indietro
                Sim
piccolina, signorina
                                  La
Urla forte, forte forte in questa nebbia
                                Sol
che nasconde la tua storia come vecchia
           Fa#
comare che ride
                             Sim
ma non parla per pudore bevi pioggia,
                               La
bevi pioggia bevi vino, parla amaro
                                 Sol
hai perduto ciò che avevi di più caro
                    Fa#
nelle vene per un somaro
                                    Sim
sta' tranquilla se lo prendo io gli sparo

Sim  La  Sim  La  Fa#m  Sim

Sim                              La
Quando piangi questo mondo si rintana
                                    Sol
chiude orecchie, porte, mette una catena
                            Fa#
intorno al braccio e s'addormenta
                                      Sim
perché sentire che si soffre è una tormenta
                               La
Hai sorriso con la bocca screpolata
                              Sol
hai riempito di cazzate una serata
                                 Fa#
questa volta, dici, è l'ultima davvero
                             Sim
e per poco non finivi al cimitero
                               La
ed è uscito un sole folle stamattina
                           Sol
e noi scappiamo via dalla rovina
                              Fa#
forse basta questa lacrima d'amore
                                        Sim
a riempire il gran deserto e a farci il mare

Sim  La  Sim  La  Sim  Mim  Fa#m  Sim

La                                Sim    La  Sim
Balla, balla amore mio per questa notte
Mim           Fa#m          Sim
vedrai, vedrai     che passerà, vedrai
Mim           Fa#m          Sim
vedrai, vedrai     che passerà, vedrai

Alessandro Mannarino - Me so 'mbriacato









Il testo

Quando io sono solo con te
sogno immerso in una tazza di the
ma che caldo qua dentro
ma che bello il momento.

Quando io sono solo con te
non so più chi sono perché
crolla il pavimento
e mi sciolgo di dentro
Quando penso a te
mi sento denso perché
io ti penso qua dentro di me
io ti sento qua de...ntro con me.

Me so' 'mbriacato de 'na donna
quanto è bbono l'odore della gonna
quanto è bbono l'odore der mare
ce vado de notte a cerca' le parole.
Quanto è bbono l'odore der vento
dentro lo sento, dentro lo sento.
Quanto è bbono l'odore dell'ombra
quando c'è 'r sole che sotto rimbomba.
Come rimbomba l'odore dell'ombra
come rimbomba, come rimbomba.
E come parte e come ritorna
Come ritorna l'odore dell'onda.

Quando io sono solo con te
io mangio meglio perché
non mi devo sfamare
non mi devo saziare
Quando io sono solo con te
io cammino meglio perché
la mia schiena è più diritta 
la mia schiena è più diritta con te

Me so' 'mbriacato de 'na donna
quanto è bbono l'odore della gonna
quanto è bbono l'odore der mare
ce vado de notte a cerca' le parole.
Quanto è bbono l'odore del vento
dentro lo sento, dentro lo sento.
Quanto è bbono l'odore dell'ombra
quanno c'è 'r sole che sotto rimbomba.
Come rimbomba l'odore dell'ombra
come rimbomba, come rimbomba.
E come parte e come ritorna
Come ritorna l'odore dell'onda.

accordi

                     Lam             
Quando io sono solo con te
  Mi                      Lam
sogno immerso in una tazza di the
  Mi            Lam
ma che caldo qua dentro
  Mi            Lam
ma che bello il momento.


  Mi            Lam
Quando io sono solo con te
  Mi            Lam
non so più chi sono perché
  Mi            Lam
crolla il pavimento
  Mi            Lam
e mi sciolgo di dentro
  Mi            Lam
Quando penso a te
  Mi            Lam
mi sento denso perché
  Mi                 Lam
io ti penso qua dentro di me
  Mi                 Lam
io ti sento qua dentro cdi me.

 
Mi              Rem   Lam
   Me so' 'mbriacato de 'na donna
     Mi            Lam
quanto è bbono l'odore della gonna
   Rem         Lam
quanto è bbono l'odore der mare
     Mi            Lam
ce vado de notte a cerca' le parole.
     Rem         Lam
Quanto è bbono l'odore del vento
     Mi            Lam
dentro lo sento, dentro lo sento.
     Rem         Lam
Quanto è bbono l'odore dell'ombra
     Mi                    Lam
quando c'è 'r sole che sotto rimbomba.
     Mi                   Lam
Come rimbomba l'odore dell'ombra
     Mi                   Lam
come rimbomba, come rimbomba.
     Rem          Lam
E come parte e come ritorna
     Mi                   Lam    Mi Lam Mi
Come ritorna l'odore dell'onda.


                     Lam             
Quando io sono solo con te
  Mi            Lam
io mangio meglio perché
  Mi            Lam
non mi devo sfamare 
  Mi            Lam
non mi devo saziare 
  Mi            Lam
Quando io sono solo con te
 Mi             Lam
Io cammino meglio perchè
  Mi            Lam
la mia schiena è più dritta
  Mi            Lam
la mia schiena è più dritta con te 


Mi              Rem   Lam
   Me so' 'mbriacato de 'na donna
     Mi            Lam
quanto è bbono l'odore della gonna
   Rem         Lam
quanto è bbono l'odore der mare
     Mi            Lam
ce vado de notte a cerca' le parole.
     Rem         Lam
Quanto è bbono l'odore der vento
     Mi            Lam
dentro lo sento, dentro lo sento.
     Rem         Lam
Quanto è bbono l'odore dell'ombra
     Mi                   Lam
quanno c'è 'r sole che sotto rimbomba.
     Mi                   Lam
Come rimbomba l'odore dell'ombra
     Mi                   Lam
come rimbomba, come rimbomba.
     Rem         Lam
E come parte e come ritorna
     Mi                   Lam    Mi Lam
Come ritorna l'odore dell'onda.

MANNARINO - MALAMOR









Il testo

Qui si nasce senza fiato e già la prima punizione
uno schiaffo sopra il culo per la respirazione
mi diedero a mia madre unghie lunghe di ragazza
mi riempì di cicatrici carezzandomi la faccia.

Malamor, malamor, malamor, malamor;

Alla scuola elementare c’era un muro e una ringhiera
ci misero sugli occhi una benda di bandiera
così da non vedere trascinando la catena
da che parte ci arrivavano i bastoni sulla schiena

Malamor, malamor malamor, malamor

Quello che mi ha detto una ragazza all’ospedale
è che l’uomo si fa bestia quando non riceve amore
ma io sono nato nella stalla nazionale
e son diventato un bellissimo cinghiale

Malamor, malamor malamor, malamor

Quando cresci in un paese in provincia di lamiera
non hai molta scelta tra la fame o la galera
se non muori per le botte o per atti criminali
ti uccidono quei giorni sempre vuoti e uguali

Malamor, malamor malamor, malamor

Ma io trovai un binario sulla linea regionale
che rigava sempre dritto fino al campo militare
mi tagliarono i capelli e quando caddero per terra
la mia testa era più vuota quindi pronta per la guerra

Malamor, malamor malamor, malamor

Quello che mi ha detto una ragazza all’ospedale
è che l’uomo si fa bestia quando non riceve amore
ma io sono nato nella stalla nazionale
e son diventato un bellissimo cinghiale

Per fortuna ho la divisa che mi copre ogni ferita
per fortuna c’è il signore che mi offre un’altra vita
una medaglia al petto dai gradi di ufficiale
e non ho più sentito niente farmi male
non piangerò mai più adesso che so fare
il saluto militare e il verso del cinghiale.

accordi

Lam                             Mi
Qui si nasce senza fiato e già la prima punizione
 Lam                          Mi
uno schiaffo sopra il culo per la respirazione
 Lam                        Mi
mi diedero a mia madre unghie lunghe di ragazza
 Lam                     Mi
mi riempì di cicatrici carezzandomi la faccia.
   Lam       Mi    Lam       Mi
Malamor, malamor malamor, malamor

Lam                          Mi
C'è scuola elementare c'era un muro e una ringhiera
Lam                        Mi
ci misero sugli occhi una benda di bandiera
Lam                  Mi
così da non vedere trascinando la catena
Lam                         Mi
da che parte ci arrivavano i bastoni sulla schiena

   Lam       Mi    Lam       Mi
Malamor, malamor malamor, malamor

  Rem                   Lam
Quello che mi ha detto una ragazza all'ospedale
  Mi                       Lam
è che l'uomo si fa bestia quando non riceve amore
  Rem                   Lam
ma io sono nato nella stalla nazionale
  Mi               Lam
e son diventato un bellissimo cinghiale

   Lam       Mi    Lam       Mi
Malamor, malamor malamor, malamor

   Lam                             Mi
Quando cresci in un paese in provincia di lamiera
  Lam                            Mi
non hai molta scelta tra la fame o la galera
  Lam                        Mi
se non muori per le botte o per atti criminali
  Lam                        Mi
ti uccidono quei giorni sempre vuoti e tutti uguali

   Lam       Mi    Lam       Mi
Malamor, malamor malamor, malamor

Lam                         Mi
Ma io trovai un binario sulla linea regionale
Lam                           Mi
che rigava sempre dritto fino al campo militare
Lam                              Mi
mi tagliarono i capelli e quando caddero per terra
Lam                            Mi
la mia testa era più vuota quindi pronta per la guerra

   Lam       Mi    Lam       Mi
Malamor, malamor malamor, malamor

  Rem                  Lam
Quello che mi ha detto una ragazza all'ospedale
 Mi                              Lam
è che l'uomo si fa bestia quando non riceve amore
  Rem                  Lam
ma io sono nato nella stalla nazionale
   Mi                   Lam
e son diventato un bellissimo cinghiale

Lam Mi (4v) Rem Lam Mi Lam Rem Lam Mi Lam

   Rem                     Lam
Per fortuna ho la divisa che mi copre ogni ferita
   Mi                     Lam
per fortuna c'è il signore che mi offre un'altra vita
   Rem                     Lam
una medaglia al petto dai gradi di ufficiale
   Mi                     Lam
e non ho più sentito niente farmi male
  Rem                  Lam
non piangerò mai più adesso che so fare
 Mi                         Lam
il saluto militare e il verso del cinghiale.

Mannarino - Gli Animali









Il testo

Il cane sottomette 
non solo per denaro
Il somaro va avanti e indietro
da casa al cimitero.
Lo psicopipistrello
evita la luce
Il mulo porta il padre
e non si riproduce
Il coccodrillo è in cerca
sempre di una preda
La preda fa di tutto
perchè lui la veda
I serpenti sono tanti
quasi quanto i santi
Cambiano i vestiti
son sporchi dentro, fuori eleganti
Stai attenta!

Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh.
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh.

Cambiano i governi
ma non cambiano gli schiavi
Urla l'agnellino
e poliziotti cani
La scimmia porporina
ha messo su il kimono
dice può parlare
col supremo tuono
E nella foresta han costruito un grande Duomo
dove gli animali venerano l'uomo
I pesci del mare
giran per il mondo
Saltano al sole e vanno nel profondo (a fare l'amore)

Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh. 
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh.

Nonno, nonno, posso farti una domanda sulla nostra vita di pesci del mare?
Perchè ogni tanto qualche compagno scompare?

Perchè è stato preso dalla rete del pescatore.

Ma ce sarà un modo per non farsi acchiappare?

Bisogna sapè distingue la luce delle stelle da quella delle lampare.

Oh oh oh, oh oh oh, 
Oh oh oh, oh oh oh, 
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh. 

accordi

Lam Sol Lam

  Lam                           Sol
Il cane sottomette non solo per denaro
                                              Lam
Il somaro va avanti e indietro da casa al cimitero
  Lam                        Sol
Lo psicopipistrello evita la luce
                         Mi         Lam
Il mulo porta il padre e non si riproduce
  Lam                               Sol
Il coccodrillo è in cerca sempre di una preda
                                  Lam
La preda fa di tutto perché lui la veda
  Lam                                Sol
I serpenti sono tanti quasi quanto i santi
                               Mi            Lam
Cambiano i vestiti son sporchi dentro, fuori eleganti
                                             Stai attenta!
Lam             Sol Lam     Do              Mi    Lam
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh.
Lam             Sol Lam     Do              Mi    Lam
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh.

Lam Sol Mi Lam

  Lam                                 Sol
Cambiano i governi ma non cambiano gli schiavi
                               Lam
Urla l'agnellino e poliziotti cani
  Lam                               Sol
La scimmia porporina ha messo su il kimono
                  Mi           Lam
dice può parlare col supremo tuono
  Lam                                  Sol
E nella foresta han costruito un grande Duomo
                            Lam
dove gli animali venerano l'uomo
  Lam                         Sol
I pesci del mare giran per il mondo
                    Mi           Lam
Saltano al sole e vanno nel profondo (a fare l'amore)

Lam             Sol Lam     Do              Mi    Lam
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh  2v

Parlato sottofondo  Lam Sol
Nonno, nonno, posso farti una domanda sulla nostra vita di pesci del
mare? Perché ogni tanto qualche compagno scompare?
Perché è stato preso dalla rete del pescatore.
Ma ce sarà un modo per non farsi acchiappare?
 (Senza musica)
Bisogna sapè distingue la luce delle stelle
da quella delle lampare….ooooooooohh

Lam             Sol Lam     Do              Mi    Lam
Oh oh oh, oh oh oh, oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh. Ripete a sfumare

MANNARINO - SVEGLIATEVI ITALIANI !









Il testo

Svegliatevi italiani brava gente
qua la truffa è grossa e congegnata
lavoro intermittente
solo un'emittente
pure l'aria pura va pagata

In giro giran tutti allegramente
con la camicia nuova strafirmata
nessuno che ti sente
parli inutilmente
pensan tutti alla prossima rata

Soldi pesanti d'oro colato
questo paese s'è indebitato
soldi di piombo soldi d'argento
sono rimasti sul pavimento
e la poesia cosa leggera
persa nel vento s'è fatta preghiera
Si spreca la luce si passa la cera
sopra il silenzio di questa galera

In giro giran tutti a pecorone
sotto i precetti della madre chiesa
in fila in processione
in fila in comunione
in fila con le buste della spesa

Giovanni grida solo per la via:
"fermatevi parliamo di poesia"
ma tutti vanno avanti
contano i contanti
minaccian di chiamar la polizia

Soldi pesanti d'oro colato
questo paese s'è indebitato
soldi di piombo soldi d'argento
sono rimasti sul pavimento
e la poesia cosa leggera
persa nel vento s'è fatta preghiera
Si spreca la luce si passa la cera
sopra il silenzio di questa galera

Soldi pesanti d'oro colato
questo paese s'è indebitato
soldi di piombo soldi d'argento
sono rimasti sul pavimento
e la poesia cosa leggera
persa nel vento s'è fatta preghiera
Si spreca la luce si passa la cera
sopra il silenzio di questa galera

e la poesia cosa leggera
persa nel vento s'è fatta galera
si sperca la luce si passa la cera
sopra il silenzio di questa preghiera

accordi 

Mim            Si7         Mim
Svegliatevi italiani brava gente
     Lab          Si7
qua la truffa è grossa e congegnata
  Lam   Mim
lavoro intermittente solo un'emittente
Lam      Si7       Mim
pure l'aria pura va pagata
Mim  Si7          Mim
in giro giran tutti allegramente
   Lab          Si7
con la camicia nuova strafirmata
  Lam   Mim
nessuno che ti sente parli inutilmente
Lam       Si7       Mim
pensan tutti alla prossima rata
  Si7
soldi pesanti d'oro colato
   Mim
questo Paese s'è indebitato
   Si7
soldi di piombo soldi d'argento
       Mim
sono rimasti sul pavimento
  Lam
e la poesia cosa leggera
          Mim
persa nel vento s'è fatta preghiera
       Lab              Si7
si spreca la luce si passa la cera
    Mim  Si7      Mim
sopra il silenzio di questa galera

Si7  Mim  Si7  Mim  Si7

Mim           Si7         Mim
in giro giran tutti a pecorone
     Lab         Si7
sotto i precetti della madre chiesa
   Lam        Mim
in fila in processione in fila in comunione
    Lam  Si7       Mim
in fila con le buste della spesa
Mim            Si7         Mim
Giovanni grida solo per la via:
  Lab         Si7
"fermatevi parliamo di poesia"
   Lam     Mim
ma tutti vanno avanti contano i contanti
  Lam           Si7        Mim
minaccian di chiamar la polizia
  Si7
soldi pesanti d'oro colato
   Mim
questo Paese s'è indebitato
   Si7
soldi di piombo soldi d'argento
       Mim
sono rimasti sul pavimento
  Lam
e la poesia cosa leggera
          Mim
persa nel vento s'è fatta preghiera
       Lab              Si7
si spreca la luce si passa la cera
    Mim  Si7      Mim
sopra il silenzio di questa galera
  Si7
soldi pesanti d'oro colato
   Mim
questo Paese s'è indebitato
   Si7
soldi di piombo soldi d'argento
       Mim
sono rimasti sul pavimento
  Lam
e la poesia cosa leggera
          Mim
persa nel vento s'è fatta preghiera
       Lab              Si7
si spreca la luce si passa la cera
    Mim  Si7      Mim
sopra il silenzio di questa galera

Si7  Mim  (x4)

  Lam
e la poesia cosa leggera
          Mim
persa nel vento s'è fatta galera
       Lab              Si7
si spreca la luce si passa la cera
    Mim  Si7       Mim
sopra il silenzio di questa preghiera

Sheppard - Geronimo











Il testo

Can you feel it?
Now it's coming back we can steal it.
If we bridge this gap,
I can see you
Through the curtains of the waterfall.

When I lost it,
Yeah you held my hand,
But I tossed it,
Didn't understand,
You were waiting,
As I dove into the waterfall.

So say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!

Can you feel my love?
Bombs away,
Bombs away,
Bombs away.
Can you feel my love?
Bombs away,
Bombs away,
Bombs away,
Say Geronimo!

Well we rushed it,
Moving away to fast.
That we crushed it,
But it's in the past.
We can make this leap,
Through the curtains of the waterfall.

So Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!

Can you feel my love?
Bombs away,
Bombs away,
Bombs away.
Can you feel my love?
Bombs away,
Bombs away,
Bombs away.

Well I'm just a boy,
With a broken toy,
All lost and coy,
At the curtains of the waterfall.
So it's here I stand,
As a broken man,
But I've found my friend,
At the curtains of the waterfall.

Now I'm falling down,
Through the crashing sound.
And you've come around,
At the curtains of the waterfall.

And you rushed to me,
And it sets us free.
So I fall to my knees,
At the curtains of the waterfall.

So Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!
Say Geronimo!

Can you feel (Say Geronimo!Say Geronimo!Say Geronimo!Say Geronimo! ) my love?
Bombs away!Bombs away!Bombs away! (Say Geronimo!Say Geronimo!Say Geronimo!Say Geronimo!)
Can you feel (make this leap make this leap make this leap) my love? Make this leap.
Can you feel my love?

accordi

 INTRO
G G/F# (x4)

VERSE 1
        G
Can you feel it?
     G/F# G
Now it's coming back
    G/F# G
We can steal it
    G/F# G
If we bridge this gap
   G/E  C
I can see ya
                               G/F# G
Through the curtains of the waterfall
       G
When I lost it
        G/F# G
Yeah you held my hand
     G/F# G
But I tossed it
   G/F# G
Didn't understand
      G/E C
You were waiting
                      G/F# G
As I dove into the waterfall

CHORUS  
   G                   Am
So say geronimo, say geronimo
Em                  C
Say geronimo, say geronimo
   G                   Am
So say geronimo, say geronimo
Em           C
Say geronimo
        G  Em  C      
Can you feeeeeeel my love?
G                   Am   Em           C
(Bombs away, bombs away, bombs away)
        G  Em  C      
Can you feeeeeeel my love?
G                   Am   Em           C
(Bombs away, bombs away, bombs away)

VERSE 2
        G
Well we rushed it
G/F#   G
Moving way too fast
    G/F# G
And we crushed it
    G/F# G
But it's in the past
   G/E C
We can make this leap
                              G/F# G
Through the curtains of the waterfall

CHORUS  
   G                   Am
So say geronimo, say geronimo
Em                  C
Say geronimo, say geronimo
   G                   Am
So say geronimo, say geronimo
Em           C
Say geronimo
        G  Em  C      
Can you feeeeeeel my love?
G                   Am   Em           C
(Bombs away, bombs away, bombs away)
        G  Em  C      
Can you feeeeeeel my love?
G                   Am   Em           C
(Bombs away, bombs away, bombs away)

BRIDGE
G
Well I'm just a boy with a broken toy
    Em                    C
All lost and coy (at the curtains of the waterfall)
        G
So it's here I stand as a broken man
         Em                      C
But I've found my friend (at the curtains of the waterfall)
G
Now I'm falling down through the crashing sound
         Em                  C
Then you come around (at the curtains of the waterfall)
        G
And you rush to me and it sets us free
     Em                       C
So I fall to my knees (at the curtains of the waterfall)

CHORUS  
   G                   Am
So say geronimo, say geronimo
Em                  C
Say geronimo, say geronimo
   G                   Am
So say geronimo, say geronimo
Em           C
Say geronimo
        G  Em  C      
Can you feeeeeeel my love?
G                   Am   Em           C
(Bombs away, bombs away, bombs away)
G               Em              C      
Make this leap, make this leap
       G               Em              C
We can make this leap, make this leap
        G  Em  C     G     
Can you feeeeeeel my love?

Valerio Scanu - Lasciami Entrare (Official Video)











Il testo

Brucia questa notte in cui mi lascio andare 
sento il tuo sapore sulle labbra sai 
freme questo corpo che non può aspettare 
scoppia la mia voglia che ti prende ormai 
e sai, lo sai io non perdo mai 
stanotte non serve mentire 
siamo più bravi a giocare 
adesso fa la tua mossa 
e lasciami entrare 
a volte non basta l'amore 
siamo più bravi a tradire 
adesso non hai più scuse, lasciami entrare 
senza quel piacere che non può placare 
apri la mia porta e non ti pentirai 
cedi all'ossessione che non sai domare 
scegli questa carta e non ti sbaglierai 
e sai, lo sai io non perdo mai 
stanotte non serve mentire 
siamo più bravi a giocare 
adesso fa la tua mossa 
e lasciami entrare 
a volte non basta l'amore 
siamo più bravi a tradire 
adesso non hai più scuse, lasciami entrare 
io non resterò questa notte senza te 
per te è solo un gioco 
ma in me si è acceso il fuoco 
e sai, lo sai io non perdo mai 
mai 
baby, non serve mentire 
baby, dai lasciami entrare 
baby, non serve mentire 
baby, dai lasciami entrare 
stanotte non serve mentire 
siamo più bravi a giocare 
adesso fa la tua mossa 
e lasciami entrare 
a volte non basta l'amore 
siamo più bravi a tradire 
adesso non hai più scuse, lasciami entrare 
adesso non hai più scuse, lasciami entrare 


sabato 27 settembre 2014

Fabi Silvestri Gazzè – Il Padrone della festa









IL testo

Voglio che le cariche importanti
dove si decide per il mondo 
vengano assegnate solo a donne madri di figli.

Sarei così curioso di vedere 
se all'interno delle loro decisioni 
riuscirebbero a scordarsi il loro futuro 

Il tetto delle nostre aspettative 
è così basso che si potrebbe anche toccare,
la vita media di una prospettiva 
è una campagna elettorale 

''ambiente'' non è solo un'atmosfera, 
una rogna nelle mani di chi resta 
e il sasso su cui poggia il nostro culo 
è il padrone della festa. 

Dicono che fossero giganti, 
i primi uomini che camminavano sul mondo 
per questo forse allora di errori così grandi non c'era bisogno, 
no non c'era bisogno di sacrificarci a un dio di poche lire 
pagarlo col silenzio perchè
si deve progredire ma 
è come un albero che cresce nella direzione opposta:
le radici perse in aria e la testa nascosta.

Invece ciò che ti riguarda mi riguarda, 
come ciò che lo riguarda, 
ti riguarda.

Se siamo ammanettati tutti insieme alla stessa bomba .

Ora per ora per ora, un passo alla volta 
uno per uno per uno fino alla svolta 
ora per ora per ora, un passo alla volta 
uno per uno per uno fino alla svolta 
perchè il sasso su cui poggia il nostro culo 
è il padrone della festa

accordi

Do Rem Mim Fa Do Rem Mim Fa

Do                                 Rem
Voglio che le cariche importanti dove si decide per il mondo
 Mim                                       Fa
vengano assegnate solo a donne madri di figli.

 Do                            Rem
Sarei così curioso di vedere se all'interno delle loro decisioni
 Mim                                  Fa
riuscirebbero a scordarsi il loro futuro

 Lam
Il tetto delle nostre aspettative
        Sol
è così basso che si potrebbe anche toccare
       Rem                                Fa           Sol
la vita media di una prospettiva è una campagna elettorale

  Lam                                Rem
ambiente non è solo un'atmosfera una rogna nelle mani di chi resta
    Fa
e il sasso su cui poggia il nostro culo
         Sib              Do Rem Mim Fa
è il padrone della festa.

  Do                          Rem
Dicono che fossero giganti i primi uomini che camminavano sul mondo
    Mim                                               Fa
per questo forse allora di errori così grandi non c'era bisogno
                Lam
no non c'era bisogno di sacrificarci a un dio di poche lire
     Sol
pagarlo col silenzio perché si deve progredire ma
  Rem
è come un albero che cresce nella direzione opposta
          Fa               Sol
le radici perse in aria e la testa nascosta.
  Lam
Invece ciò che ti riguarda mi riguarda
 Rem
come ciò che lo riguarda ti riguarda
   Fa                                        Sib      Do Rem Mim Fa
Se siamo ammanettati tutti insieme alla stessa bomba    ahhahh ahhahh

  Do          Rem
Ora per ora per ora, un passo alla volta
   Fa           Sib
uno per uno per uno fino alla svolta
 Lam            Re
ora per ora per ora, un passo alla volta
Rem           Fa        Sol       Lam      Rem
uno per uno per uno fino alla svoltaahhhh ahhh
          Fa
perché il sasso su cui poggia il nostro culo
      Sib                Do Rem Mim Fa Do Rem Mim Fa Do
è il padrone della festa

venerdì 26 settembre 2014

Fabi Silvestri Gazzè - Il Padrone della Festa









tracklist
 
 Alzo le mani
 Life is sweet
 L'amore non esiste
 Canzone di Anna
 Arsenico
 Spigolo Tondo
 Come mi pare
 Giovanni sulla terra
 Il Dio delle piccole cose
 L'avversario
 Zona Cesarini
 Il padrone della festa

Barbra Streisand - Partners (ALBUM 2014)









Partners-b-side-cover-streisand

1.“It Had to Be You” (Barbra Streisand con Michael Bublé) 
2.“People” (Barbra Streisand con Stevie Wonder) 
3.“Come Rain or Come Shine” (con John Mayer) 
4.“Evergreen” (con Babyface) 
5.“New York State of Mind” (con billy Joel) 
6.“I’d Want It to Be You” (con Blake Shelton) 
7.“The Way We Were” (con Lionel Rickie) 
8.“I Still Can See Your Face” (con Andrea Bocelli) 
9.“How Deep Is the Ocean” (con Jason Gould) 
10.“What Kind of Fool” (con john Legend) 
11.“Somewhere” (con Josh Groban) 
12.“Love Me Tender” (con Elvis Presley) 

Edizione Deluxe

13. “Lost Inside of You” (2014, inedita con Babyface) 
14. “I’ve Got a Crush on You” (1993, ‘Duets (Frank Sinatra album)’) 
15. “I Finally Found Someone” (con Bryan Adams, 1996, ‘The Mirror Has Two Faces (Colonna Sonora) 
16. “I Won’t Be the One to Let Go” (duetto con Barry Manilow ,2002, dall’album della Streisand ‘Duets’)
17. “Guilty” (con Barry Gibb, 1980,  dall’album ‘Guilty’) 

Francesco de Gregori feat. Luciano Ligabue - Alice











Il testo


Alice guarda i gatti

e i gatti guardano nel sole

mentre il mondo sta girando senza fretta

 
Irene al quarto piano è lì tranquilla

che si guarda nello specchio

e accende un'altra sigaretta

 
E Lillì Marlen, bella più che mai,

sorride e non ti dice la sua età,

ma tutto questo Alice non lo sa


Ma io non ci sto più gridò lo sposo e poi

tutti pensarono dietro ai capelli,

lo sposo è impazzito oppure ha bevuto

ma la sposa aspetta un figlio e lui lo sa.

Non è così che se ne andrà

 
Alice guarda i gatti

e i gatti muoiono nel sole

mentre il sole a poco a poco si avvicina

e Cesare perduto nella pioggia

sta aspettando da sei ore il suo amore ballerina

 
E rimane lì, a bagnarsi ancora un po'

e il tram di mezzanotte se ne va

ma tutto questo Alice non lo sa.

 
Ma io non ci sto più e i pazzi siete voi,

tutti pensarono dietro ai capelli,

lo sposo è impazzito oppure ha bevuto

ma la sposa aspetta un figlio e lui lo sa.

Non è così che se ne andrà

 
Alice guarda i gatti

e i gatti girano nel sol

mentre il sole fa l'amore con la luna.

Il mendicante arabo ha qualcosa nel cappello

ma è convinto che sia un portafortuna

 
Non ti chiede mai pane o carità

e un posto per dormire non ce l'ha

ma tutto questo Alice non lo sa

 
Ma io non ci sto più gridò lo sposo e poi,

tutti pensarono dietro ai capelli,

lo sposo è impazzito oppure ha bevuto

ma la sposa aspetta un figlio e lui lo sa

Non è così che se ne andrà

che se ne andrà

che se ne andrà

che se ne andrà

che se ne andrà

 
Non è così

che se ne andrà

accordi

Sol Do Re Sol Do Re Sol

Sol
Alice guarda i gatti e i gatti
Do
guardano nel sole

mentre il mondo sta girando
Re
senza fretta.
Sol                             Do
Irene al quarto piano è lì tranquilla,
che si guarda nello specchio
Re
e accende un’altra sigaretta.
Sol       Do    Si-          Do
E Lilì Marleen, bella più che mai
Re              Do           Sol
sorride non ti dice la sua età…….
Do           Re           Sol
ma tutto questo Alice non lo sa.

Sol
Alice guarda i gatti e i gatti
Do
muoiono nel sole

mentre il sole a poco a poco si
Re
avvicina.
Sol                      Do
E Cesare perduto nella pioggia,

sta aspettando da sei ore
Re
il suo amore ballerina.
Sol      Do    Si-          Do
E rimane lì,   a bagnarsi ancora un po’
Re           Do          Sol
e il tram di mezzanotte se ne va…….
Do             Re         Sol
ma tutto questo Alice non lo sa.

Re       Do         Sol
Ma io non ci sto più, gridò lo
Si-     Mi-
sposo e poi
Do
tutti pensarono dietro ai cappelli,
Re                  Re7
lo sposo è impazzito, oppure ha bevuto
Sol               Si-
ma la sposa aspetta un figlio e lui
Mi-        La7   Re7         Sol
lo sa, non è così, che se ne andrà.

Do         Re   Sol

Sol                            Do
Alice guarda i gatti e i gatti girano

nel sole
Re
mentre il sole fa l’amore con la luna.
Sol                     Do
Il mendicante arabo ha un cancro

nel cappello,
Re
ma è convinto che sia un portafortuna.
Sol          Do   Si-       Do
Non ti chiede mai, pane o carità
Re           Do             Sol
e un posto per dormire non ce l’ha…….
Do             Re         Sol
ma tutto questo Alice non lo sa.

Re        Do              Sol
Ma io non ci sto più, e i pazzi
Si-   Mi-
siete voi
Do
tutti pensarono dietro ai cappelli,
Re                 Re7
lo sposo è impazzito, oppure ha bevuto
Sol              Si-
ma la sposa aspetta un figlio e lui lo
Mi-        La7 Re7          Sol
sa, non è così,    che se ne andrà.

Do  Re         Sol

Che se ne andrà

Che se ne andrà

Do
Che se ne andrà

Sol

Che se ne andrà

Do     Re      Sol
Non è cosi che se ne andrà

Annalisa - L'Ultimo Addio (Videoclip Ufficiale)











Il testo

La strada neanche la guardavi
Andavi veloce
Facevi Elvis, io ridevo senza un perché
I treni persi il lunedì
Le notti di Amsterdam
E mi piaceva andare a letto con te
Tutte le volte come l'ultima da vivere

E giro intorno e non mi fermo mai
Sono uguale a te
E anche se affondo
Non ti accorgerai
Che sei con me

Ciò che provo io non è più importante
Fare a modo mio non ha mai risolto niente
Sei l'ultimo addio per me

Ma forse è stato solo un sogno
Un colpo di testa
Sempre in ritardo sulla vita e su di me
E litigare per un giorno
Senza guardarsi mai
Tu mi dicevi "non fidarti di me"
Ma io volevo solo te

E giro intorno e non mi fermo mai
Sono uguale a te
E anche se affondo
Non ti accorgerai
Che sei con me

Ciò che provo io non è più importante
Fare a modo mio non ha mai risolto niente
Sei l'ultimo addio per me
Sei l'ultimo addio per me

Ora guido io
Sempre guido io
Vedrai

E giro intorno e non mi fermo mai
Sono uguale a te
E anche se affondo
Non ti accorgerai
Che sei con me

Ciò che provo io non è più importante
Fare a modo mio non ha mai risolto niente
Sei l'ultimo addio per me 

Cesare cremonini - Greygoose









Chi sei? 
Amore buongiorno 
Quando ti levi di torno non vedo l'ora 
che esci e non torni più 
Il amore sei tu, 
Sei la donna che voglio, 
Vorrei dirti parole d'amore ma forse a parlare sei più brava tu, ti va un'altra GreyGoose? 

Accendiamo un film porno? 
Già ti vedo vestita di rosa, ti comprerò casa, sei tu la mia sposa 
Ma scendi più giù, vieni a darmi il "buongiorno" 

La notte è già finita Angelina 
Ma tu sei così bella Angelina 
Presentami un'amica Angelina 
Mi basta non sapere 
Chi sei 

Amore buongiorno 
Ti ho amata dal primo momento, da quando mi hai detto "Somigli a mio padre, il tuo nome qual è?" 
Ti porto nel bosco 
Ti giuro non sono ubriaco, se guido non bevo, domani lavoro 
Va un'altra GreyGoose 

Tra poco fa giorno 
La festa è finita, si torna alla vita 
Ti chiamerò un giorno d'estate o magari mai più 

Amore buongiorno 

Il trucco è già sbiadito Angelina 
Ma tu sei così bella Angelina 
Non so quello che dico Angelina 
Mi basta non sapere 
Chi sei 

Tornando a casa stasera ho capito che 
Cercandomi nel buio pensavo ancora a te 
Nella luce dei lampioni ti ho rivisto ancora 
L'amore non viene mai una volta sola 

La notte è già finita 
La notte è già finita 
La notte è già finita

accordi 

La
Chi sei amore buongiorno
      Re
Quando ti levi di torno non vedo l'ora
      Mi
che esci e non torni più
            La
Il mio amore sei tu sei la donna che voglio
           Re                               Mi
Vorrei dirti parole d'amore ma forse a parlare sei più brava tu,
               La
ti va un'altra Grey Goose? Accendiamo un film porno?
      Re
Già ti vedo vestita di rosa,
             Mi
ti comprerò casa sei tu la mia sposa
             Fa#m                     Do#m    Mi
Ma scendi più giù, vieni a darmi il buongiorno

    Do#m        Mi        La      Re        Mi        La
La notte è già finita Angelina ma tu sei così bella Angelina
      Re       Mi        La     Sim                 Mi  La
Presentami un'amica Angelina mi basta il non sapeeeeere chi sei

  La                   Re
Amore buongiorno ti ho amata dal primo momento,
                  Mi                                    La
da quando mi hai detto somigli a mio padre il tuo nome qual è
                         Re
ti porto nel bosco ti giuro non sono ubriaco
           Mi
se guido non bevo, domani lavoro
             La
Ti va un'altra Grey Goose tra poco fa giorno
     Re
La festa è finita, si torna alla vita
      Mi                               Fa#m
Ti chiamerò un giorno d'estate o magari   mai più
      Do#m     Mi
Amore buongiorno

    Do#m        Mi        La      Re        Mi        La
Il trucco è già sbiadito Angelina ma tu sei così bella Angelina
      Re       Mi        La     Sim                 Mi  La
Non so quello che dico Angelina mi basta il non sapeeeeere   chi sei

      Re                   La
Tornando a casa stasera ho capito che
       Re                      Fa#m
Cercandomi nel buio pensavo ancora a te
     Do#m                     Re
Nella luce dei lampioni ti ho rivisto ancora
     Do#m                    Mi
L'amore non viene mai una volta sola

La Mi La Mi La Mi La Re Mi La

      Re        Mi    La
La notte è già finitaaaaaa
      Re        Mi    La
La notte è già finitaaaaaa
     Sim                 Mi
La notte è già finitaaaaaa

La Re Mi 2v La Sim Mi La 

domenica 14 settembre 2014

2007 - 50° Zecchni d'Oro
Lorenzo Nonnis - Il bullo citrullo









I cartoni dello zecchino d'Oro



 Lo Zecchino d'Oro dal 1959
Le canzoni vincitrici dal 1959
2007 - 50° Zecchino d'Oro

IL testo Tutti a scuola han paura di un bullo Cammina tra noi come fosse un rullo, Quando va in giro il bullo, io scappo Lui mi rincorre e mi dice: "Ora ti acchiappo!" Tutti lo temono se si avvicina A tanta arroganza qualcuno si inchina, Lui prende in giro il resto del mondo E da del cicciopalla a chi è grasso e un po' tondo! Del bullo han paura Sia belli, che brutti, Grandi e piccini... Insomma un po' tutti, Ma io questa volta li ho messi a cantare La rima che il bullo ha dovuto ascoltare Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Se fosse a Firenze sarebbe anche grullo, Vivrebbe anche lui in un mondo più bello, Se usasse col cuore anche il cervello! Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Un pollo convinto di essere un gallo, Sconfiggere il bullo anche tu ora puoi Unisciti al coro e canta con noi! Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Se fosse a Firenze sarebbe anche grullo, Vivrebbe anche lui in un mondo più bello, Se usasse col cuore anche il cervello! Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Un pollo convinto di essere un gallo, Sconfiggere il bullo anche tu ora puoi Unisciti al coro e canta con noi! Ora ogni giorno è più sorridente, Tutto è più allegro e più divertente. Il bullo ci ha visti uniti e sicuri E adesso va strisciando contro tutti i muri. Se la lezione L'abbiamo capita E' un grande tesoro Per tutta la vita, Il bullo è tornato e mi ha detto: "Se vuoi, Potrei unirmi anch'io a cantare con voi?" A cantare con noi? Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Se fosse a Firenze sarebbe anche grullo, Vivrebbe anche lui in un mondo più bello, Se usasse col cuore anche il cervello! Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Un pollo convinto di essere un gallo, Sconfiggere il bullo anche tu ora puoi Unisciti al coro e canta con noi! Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Se fosse a Firenze sarebbe anche grullo, Vivrebbe anche lui in un mondo più bello, Se usasse col cuore anche il cervello! Si crede perfetto ma il bullo è citrullo, Un pollo convinto di essere un gallo Sconfiggere il bullo anche tu ora puoi Unisciti al coro e canta con noi!

sabato 6 settembre 2014

Subsonica - Di domenica











Il testo

Sai che c’è, ormai è giorno, è domenica
 non avrai paura di me né di un peccato

Nel vuoto del letto dolce di una domenica
 sono cambiamenti solo se spaventano, sono sentimenti

Anche se domani sarò un rimorso
 forse puoi abbandonarti di domenica

Sono cambiamenti solo se spaventano, sono sentimenti
 tutti i giuramenti oggi che è domenica sono adolescenti

Capovolgi il tuo destino, sarò sempre qua, sarò sempre qua
 capovolgi il tuo cuscino, di domenica, di domenica

Sono cambiamenti solo se spaventano, sono sentimenti
 tutti i giuramenti oggi che è domenica sono adolescenti

Sono cambiamenti solo se spaventano, sono sentimenti
 tutti i giuramenti oggi che è domenica sono adolescenti


Subsonica - copertina e canzoni del nuovo album - Una nave in una foresta










 
 01 Una nave in una foresta
 02 Tra le labbra
 03 Lazzaro
 04 Attacca il panico
 05 Di domenica
 06 I cerchi degli alberi
 07 Specchio
 08 Ritmo Abarth
 09 Licantropia
 10 Il terzo paradiso

Modà feat. Tazenda - Cuore e Vento - Videoclip Ufficiale











Il testo

Si arrende anche la luna alla bellezza
Il mare la sua splendida corazza
Conserva la sua storia nella terra
Concede un ballo solo a chi sa amarla

Montèras donant a su mare
S’olòre de sa murta in frore
No apo coro e bentu
Chena istìma né carignos suos

Non tutti sanno che le stelle brillano
Per tutti ma non brillano per me
Perché anche il cielo l’ha capito subito
Che non può farci niente se
Non vedo luce se non sto con… te…

Più forte dell’estate e dell’inverno
Ti preferisco in abiti d’autunno
E si deo penso a tie che isposa mia
Vorrei tu fossi sempre primavera

Montagna che regala il mare 
L’odore dei suoi mirti in fiore
Cuore e vento non ho
Se non dormo nel suo abbraccio

Niùne l’ischet chi sas neulas dansant
Chin cada amina foras che a mie
Perché anche il cielo l’ha capito subito…
Che non può farci niente se non vedo luce se non sto con te…

Duo ogros che arresordzas lucente
Sos tuos, mirant a mie e nois
Pitzìnnos atrassìdos tue e …deo

Non vedo luce se non sto con te

accordi

Re                                 Sol
   Si arrende anche la luna alla bellezza
     La                    Re
Il mare la sua splendida corazza
                            Sol
Conserva la sua storia nella terra
    La                          Re
Concede un ballo solo a chi sa amarla

   Sim         Sol     Re      Sim       Sol         Re
Montèras donant  a su mare s'olòre de sa murta in frore
              La             Sol             Re
No apo coro e bentu chena istìma né carignos suos

        Sol                       Re
Non tutti sanno che le stelle brillano
     Mim                  La
Per tutti ma non brillano per me
     Sol                            Re
Perché anche il cielo l'ha capito subito
     Mim
Che non può farci niente se
    Sol      La             Re
Non vedo luce se non sto con  te

Re                                Sol
  Più forte dell'estate e dell'inverno
    La                     Re
Ti preferisco in abiti d'autunno
                               Sol
E si deo penso a tie che isposa mia
    La                      Re
Vorrei tu fossi sempre primavera

   Sim         Sol      Re      Sim       Sol         Re
Montagna che regala il mare l'odore dei suoi mirti in fiore
              La             Sol             Re
Cuore e vento non ho se non dormo nel suo abbraccio

  Sol                           Re
Niùnu l'ischet chi sas neulas dansant
     Mim                    La
Chin cada amina foras che a mie
    Sol                          Re
Perché anche il cielo l'ha capito subito…
    Mim
Che non può farci niente se
    Sol        La             Sol La
non vedo luce se non sto con te

        Sol                 Re         Mim
Duo ogros che arresordzas lucente sos tuos mirant a mie e nois
    Sol      La               Sol        La            Re
Pitzìnnos atrassìdos tue e non vedo luce se non sto con  te

Ghemon - Adesso Sono Qui (Official Video HD)











IL testo

Hey yo, prendi un po' dammi un po' 
l'anima cerco posizione certa ma, la è strada deserta 
Fuori come dentro, voglio solo stare comodo, 
la mia nemica è solamente la fretta 
E stare male non m'importa più, 
sono in controllo di me stesso ora 
che sono andato senza camminare, 
catapultato in una vita nuova 
Ci vuole cura a togliere le scheggie, 
la mano sicura e le dita fresche, a stare fuori dalle logiche del gregge, 
a dire come si è invece di come si vorrebbe. 
Sale come febbre che non voglio perdere 
Sale come urgente è, lungo le mie vertebre 
Sale come febbre che io non voglio perdere 
Senti come urgente è 

E non m'importa più, di tutto ciò che è stato 
non c'è la rabbia e la paura che mi ha spaventato 
adesso sono qui, dove tu mi hai lasciato 
tra le mie braccia stringo ciò che sono diventato 
Ora sto bene,io, ora sto bene. Ora so bene, io, ora sto bene 

Taglia a fondo quando scatta il panico, 
come la lama di un coltello a serramanico 
come pensarmi già da quell'altra parte del valico 
sono come le nuvole con la mia pioggia carico... 
E stare male non m'importa più sono in controllo di me stesso ora 
che sto imparando come camminare duemila strade in una vita sola 
Io divago, diviso tra le due cose che amo come il dottor Zivago, 
ho fatto il miracolo, in viaggio tra le due sponde del lago 
la carpa è diventata un drago, e ho affilato le unghie 
Chi mi capisce mi raggiunge o lo fa quando sarà arrivato al dunque 
Non posso più aspettare di di accontentare chiunque, 
se so che non ci riuscirei comunque 

E non m'importa più, di tutto ciò che è stato 
non c'è la rabbia e la paura che mi ha spaventato 
adesso sono qui, dove tu mi hai lasciato 
tra le mie braccia stringo ciò che sono diventato 
Ora sto bene,io, ora sto bene. Ora so bene, io, ora sto bene 

Sono diventato questo, 
al resto non ci penso più basta un attimo adesso, al resto non ci penso più 
Sono diventato questo, al resto non ci penso più, mi basta un attimo adesso 
al resto non ci penso più 

E non m'importa più, di tutto ciò che è stato 
non c'è la rabbia e la paura che mi ha spaventato 
adesso sono qui, dove tu mi hai lasciato 
tra le mie braccia stringo ciò che sono diventato 
Ora sto bene,io, ora sto bene. Ora so bene, io, ora sto bene